Gianni Silvestrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gianni Silvestrini (Aosta, 26 dicembre 1947) è uno scienziato italiano.

Dal 1977 al 1996 ha svolto l'attività di ricercatore presso l'Università di Palermo e il CNR nel campo delle fonti rinnovabili, dell'efficienza energetica e delle politiche energetiche.

Nel 2001 ha vinto l'European Solar Prize di Eurosolar Italia per "l’impegno speso nella promozione delle fonti energetiche rinnovabili"[1].

Dal 2004 al 2007 ha svolto attività di ricerca e didattica presso il Politecnico di Milano; ha coordinato tra il 2003 e il 2019 le edizioni del Master Ridef - Energia per Kyoto (Energie Rinnovabili, Decentramento, Efficienza Energetica) promosso dal Politecnico.

Dal 1997 al 2000 è stato consigliere del Ministro Edo Ronchi, proseguendo dal 2000 al 2002 il suo impegno nel Ministero dell'Ambiente con la qualifica di Direttore generale coordinando tra l'altro la campagna nazionale "Domeniche senz'auto"[senza fonte], il programma "10.000 tetti fotovoltaici" ed avviando il servizio del car sharing (ICS) in Italia.[2]

Dal 2003 è direttore scientifico del Kyoto Club e della rivista e del portale QualEnergia.it. Nel 2006 diviene consigliere del Ministro per lo Sviluppo Economico Pier Luigi Bersani, e, l'anno seguente, Presidente della sezione Ecolabel del Comitato italiano per l'Ecolabel e per l'Ecoaudit. Nel 2009 non riveste più questi due incarichi. Caduto il Governo Prodi l'8 maggio 2008, il 6 novembre sposa pubblicamente la promessa ambientalista di Barack Obama che vuole «mettere fine entro 10 anni alla dipendenza dal petrolio, 10% di rinnovabili entro 4 anni, ridurre in 10 anni del 15% i consumi di elettricità», e trasferire 15 miliardi di dollari all'anno dalle industrie carbonifere allo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica, in linea col "pacchetto 20-20-20" dell'UE.[3]

Ex presidente del Green Building Council Italia[4], al 2019 è presidente di Exalto, una società di servizi progettuali e di consulenza strategica (ESCo) attiva nel campo delle rinnovabili e dell'economia circolare.[5] Ricopre anche la carica di presidente onorario del Coordinamento FREE (Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica), che riunisce 27 associazioni italiane operanti nel settore.[6]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

È autore di più di 100 articoli scientifici e coautore e curatore di vari libri:

  • Architettura solare, Clup, 1984;
  • Il futuro del sole, Franco Angeli, coautore Federico M. Butera, 1990;
  • Il contributo degli Enti locali alla riduzione dei gas serra, Roma, 2004;
  • La corsa della green economy, Edizioni Ambiente, 2010;
  • 2 °C, Innovazioni radicali per vincere la sfida del clima e trasformare l'economia, Edizioni Ambiente, 2015, 2ª edizione, 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Solare Edizione Internazionale 2001, su eurosolaritalia.org. URL consultato l'11 giugno 2017.
  2. ^ Profilo letterario di Gianni Silvestrini, su edizioniambiente.it. URL consultato il 16 luglio 2019 (archiviato il 12 marzo 2015).
    «anticipando la diffusione di tecnologie e soluzioni che hanno poi avuto uno straordinario successo.».
  3. ^ Valerio Gualerzi, Clima, rinnovabili e meno petrolio con Obama gli Usa si scoprono verdi, su repubblica.it, 6 novembre 2008. URL consultato il 16 luglio 2019 (archiviato il 16 luglio 2019).
  4. ^ Confronta: GbcItalia/people, con Più resilienti, leggere, circolari (PDF), in Formiche, nº 122, febbraio 2017, pp. 84-85. URL consultato il 16 luglio 2019 (archiviato il 16 luglio 2019).
  5. ^ Exaltoenergia.it - mission aziendale, su exaltoenergia.it. URL consultato il 16 luglio 2019 (archiviato il 2 agosto 2016).
  6. ^ Free-energia.it-Su di noi, su free-energia.it. URL consultato il 16 luglio 2019 (archiviato il 13 settembre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni Silvestrini, su festivaldellenergia.it. URL consultato l'11 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017).
Controllo di autoritàVIAF (EN219575617 · GND (DE171571428 · WorldCat Identities (ENviaf-219575617
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie