New York Dolls (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
New York Dolls
ArtistaNew York Dolls
Tipo albumStudio
Pubblicazione1973
Durata42:44
Dischi1
Tracce11
GenereHard rock
Proto-punk
Glam rock
Glam punk
EtichettaMercury Records
ProduttoreTodd Rundgren
New York Dolls - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1974)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 5/5 stelle
Ondarock Pietra Miliare
Piero Scaruffi 8/10 stelle

New York Dolls è l'album di debutto del gruppo musicale omonimo di genere glam/hard rock, pubblicato nel 1973 dall'etichetta Mercury Records.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Spesso sottovalutato dalla stampa musicale alla sua pubblicazione nel 1973, ma a posteriori indicato dai critici come un album fondamentale per la storia del rock, è stato classificato al 213º posto nella lista dei 500 album più grandi di tutti i tempi stilata dalla rivista Rolling Stone.

Origine e storia[modifica | modifica wikitesto]

Già dalle prime esibizioni nel 1971, la band aveva cercato di fondere insieme le più variegate influenze musicali dei suoi membri, la depravazione dei Velvet Underground; la furia degli Stooges e degli MC5; il sound, le movenze, e lo stile di vita dei Rolling Stones del periodo di Sticky Fingers e Goats Head Soup circa; l'aspetto androgino di David Bowie e Marc Bolan; ed infine il blues di Muddy Waters, Bo Diddley, e soci; il tutto mescolato con una immagine smaccatamente glam con trucchi pesanti, capigliature folte, stivali col tacco alto, ecc.

Nel 1973 i New York Dolls (nel frattempo il batterista Billy Murcia, deceduto, era stato sostituito da Jerry Nolan) entrano in studio di registrazione per incidere su nastro il loro unico sound registrando il primo album ufficiale, l'omonimo New York Dolls. Alla produzione viene chiamato Todd Rundgren, che però lascia ampia libertà di manovra alla band stessa.

Brani[modifica | modifica wikitesto]

I New York Dolls nel 1973.

L'album si apre con la scatenata e "rollingstoniana" Personality Crisis che ispirerà la nascita del punk rock[senza fonte], probabilmente il loro brano più famoso, dove un attacco urlato genera una furibonda dichiarazione d'intenti di perversione e fragilità psicologica. La prima facciata continua con Looking for a Kiss e Vietnamese Baby, introdotta da un colpo di gong, tutti brani veloci, duri, senza un attimo di sosta, che creano un clima di tensione e violenza interrotto solo dalla quasi acustica Lonely Planet Boy. La violenza sonora di Frankestein rialza poi il ritmo generale dell'album.

La seconda facciata, si apre con la saltellante Trash, infarcita di coretti beat sopra le righe e dal ritmo trascinante. Subway Train è sorretta dal cantato strascicato "alla Jagger" di Johansen e dal controcanto della chitarra di Johnny Thunders. Bad Girl, è uno dei pezzi più duri e con maggiori accenni di quel "punk" ancora a venire. La più cantabile Pills, cover drogata di un brano di Bo Diddley, provvede a stemperare l'atmosfera con la sua introduzione di armonica blueseggiante. Private World ha un ritmo calypso (con tanto di campanacci e pianoforte), ma sonorità chitarristiche metalliche e pesanti. Il brano finale dell'album, Jet Boy è un hard-rock che, posto in chiusura, si tramuta in una jam strumentale, cosa abbastanza rara per lo stile del gruppo.

Critica ed influenza[modifica | modifica wikitesto]

L'album, come del resto la band stessa, fu per anni snobbato e sottovalutato dalla critica (che considerava i New York Dolls come delle copie americane sbiadite dei Rolling Stones), e le vendite non esaltanti portarono alla conclusione dell'avventura del gruppo che si sciolse dopo l'incisione di un secondo album, Too Much Too Soon, senza suscitare troppi clamori. Il lascito artistico dei Dolls si farà prepotentemente sentire negli anni seguenti, dove le band influenzate saranno numerose: Sex Pistols, Dead Kennedys, Guns N' Roses, Hanoi Rocks, Jane's Addiction, The Runaways, Kiss, Aerosmith, ecc.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Personality Crisis – 3:43
  2. Looking for a Kiss – 3:20
  3. Vietnamese Baby (Johansen) – 3:39
  4. Lonely Planet Boy – 4:10
  5. Frankenstein (Johansen, Sylvain Sylvain) – 6:00
Lato B
  1. Trash (Johansen, Sylvain) – 3:09
  2. Bad Girl – 3:05
  3. Subway Train – 4:22
  4. Pills (Bo Diddley) – 2:49
  5. Private World (Johansen, Arthur Kane) – 3:40
  6. Jet Boy – 4:40

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

New York Dolls
Musicisti aggiuntivi

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]