Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Nasreddin Khoja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un ritratto di Nasreddin

Nasreddin Khoja (far ملا نصرالدین, Mullā Nasreddin; az. Molla Nəsrəddin; tur. Nasrettin Hoca[1]; cur. Mella Nasredîn; ar. جحا, Juḥā, oppure نصرالدين : Naṣr al-dīn; alb. Nastradin Hoxha; bosn. Nasruddin Hodža; uzb. Nasriddin Afandi (Effendi); kaz. Қожанасыр, Khožanasyr; uig. Näsirdin Äfänti)[2][3][4] è una figura favolistica (ma anche presente nella letteratura del sufismo), che la cultura turca vorrebbe vissuta intorno al XIII secolo ad Akşehir e successivamente a Konya, al tempo della dinastia Selgiuchide, ma che, sotto il nome di Guha, ossia Giufà, è presente anche nella favolistica araba-siciliana[5]. Sarebbe stato un filosofo populista, spesso citato in storielle divertenti e aneddoti.

Molti Paesi e popolazioni del Vicino Oriente, del Medio Oriente e dell'Asia centrale (come ad esempio l'Afghanistan[6], l'Iran,[5][7] la Turchia[5][6][8][9] e l'Uzbekistan)[10] rivendicano la sua "paternità". Il suo nome è declinato in maniera differente a seconda della nazionalità ed è spesso preceduto o seguito da titoli onorifici come "Khoja", "mullā" o "Effendi".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In turco moderno la c va letta g dolce: quindi "Hogia".
  2. ^ Afanti de gu shi è una raccolta di fiabe popolari uigure, come pure informazioni sui loro costumi e stile di vita. ISBN 957-691-004-8
  3. ^ J.C. Yang, Xenophobes Guide to the Chinese, Oval Books, ISBN 1-902825-22-5
  4. ^ "The Effendi And The Pregnant Pot - Racconti uiguri cinesi"; New World Press; Beijing, China
  5. ^ a b c The outrageous Wisdom of Nasruddin, Mullah Nasruddin; accessed February 19, 2007.
  6. ^ a b Sysindia.com Archiviato il 18 febbraio 2007 in Internet Archive., Mulla Nasrudin Stories, accessed February 20, 2007.
  7. ^ First Iranian Mullah who Was a Master in Anecdotes, Persian Journal. URL consultato il 26 luglio 2009.
  8. ^ Nasreddin Hoca, Republic of Turkey Ministry of Culture and Tourism. URL consultato il 28 dicembre 2006.
  9. ^ Silk-road.com, Nasreddin Hoca
  10. ^ Dario Chioli, Nasreddin, una biografia possibile, in Storie di Nasreddin, Torino, Libreria Editrice Psiche, 2004, ISBN 88-85142-71-0. URL consultato il 28 dicembre 2006 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2004).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60079818 · ISNI (EN0000 0001 2135 3735 · LCCN (ENno2014048545 · GND (DE11873802X · BNF (FRcb13180470p (data) · CERL cnp00586970