Mutulu Shakur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mutulu Shakur
1986

Mutulu Shakur, nato Jeral Wayne Williams (Baltimora, 8 agosto 1950), è un attivista e nazionalista statunitense.

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Baltimora, nel Maryland, l'8 agosto 1950, come Jeral Wayne William. Nel 1957 la famiglia si trasferisce nel quartiere Jamaica, nel Queens, a New York City. Inizialmente supportò il movimento rivoluzionario d'azione, il RAM, poi alla Repubblica della Nuova Africa.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a lavorare nel 1970 con il Lincoln Detox una comunità di recupero per tossicodipendenti, fino al 1978 continuando comunque a contribuire alla direzione, sia dell'Agopunctur Advisory Association del Nord America (BAAANA) che dell'Istituto di agopuntura di Harlem.

Arresto[modifica | modifica wikitesto]

Venne arrestato il 12 febbraio 1986 dopo che una lunga indagine ha dimostrato che, con l'aiuto di 5 complici, il 20 ottobre 1980, si era reso responsabile del furto di 1,6 milioni di dollari da un blindato nella cosiddetta Rapina del Blink. Fu l'ultimo ad essere processato. La sua scarcerazione, secondo il Bureau of Prisons, dovrebbe avvenire il 15 dicembre 2024.

Una volta incarcerato, Shakur fonda un'organizzazione con sede a New York chiamata "Dare 2 Struggle" con la pubblicazione, al decennale dalla scomparsa del rapper, Tupac Shakur, l'album chiamato "A 2Pac Tribute", album che contiene brani di artisti come il rapper Mopreme Shakur, il gruppo gangsta rap, Outlawz, e Imaan Fede. Come spiega Shakur, il CD venne realizzato per motivare, ispirare i neri a lottare per i loro diritti, superando i numerosi ostacoli con determinazione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]