Monumento della Colonna con Pigna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monumento della Colonna con Pigna
Castel Goffredo-Monumento La Pigna.jpg
Autoresconosciuto
Datasconosciuta
Materialemarmo
Ubicazionegiardini pubblici, Castel Goffredo
Coordinate45°17′47.04″N 10°28′36.84″E / 45.2964°N 10.4769°E45.2964; 10.4769Coordinate: 45°17′47.04″N 10°28′36.84″E / 45.2964°N 10.4769°E45.2964; 10.4769
Castel Goffredo, Monumento della Colonna alla fine del '700.

Il monumento della Colonna con Pigna è una scultura marmorea anepigrafa, composta da una colonna poggiante su una base sempre in marmo e sormontata da una Pigna, la superficie della quale è caratterizzata da una scansione in rombi di misura scalare dal basso verso la punta.[1] È collocato nei giardini pubblici di Castel Goffredo, in provincia di Mantova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo storico Francesco Bonfiglio sostiene che l'origine della colonna va ricercata al tempo della dominazione della Repubblica di Venezia su Castel Goffredo e da documenti comunali risulta essere presente in loco dalla metà del Cinquecento.[2] La stessa sarebbe stata dapprima sormontata dal leone di San Marco, successivamente sostituito dalla Pigna e collocata sul quadrivio, di fronte alla contrada Colonna. La Pigna sarebbe invece di origine romana e si tratterebbe di un segnacolo funebre.[3]

Nel 1715 furono eseguiti restauri al monumento. Nel 1827 venne tolta dal quadrivio per essere collocata nella piazza principale del paese.[4] Nel 1860 venne rimossa per permettere migliore viabilità e più spazio al mercato del giovedì, che si teneva in quegli spazi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una simile scultura è presente nel Museo di Santa Giulia a Brescia, Cuspide a pigna.
  2. ^ Francesco Bonfiglio, Notizie storiche di Castelgoffredo, 2ª ed., Mantova, 2005.
  3. ^ Piero Gualtierotti, Castel Goffredo dalle origini ai Gonzaga, Mantova, 2008.
  4. ^ Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie. Tomo I, Mantova, 2001.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Bonfiglio, Notizie storiche di Castelgoffredo, 2ª ed., Mantova, 2005, ISBN 88-7495-163-9.
  • Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie. Tomo I, Mantova, 2001, ISBN non esistente.
  • Piero Gualtierotti, Castel Goffredo dalle origini ai Gonzaga, Mantova, 2008, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]