Miroslav Lajčák

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miroslav Lajčák
Miroslav Lajcak 2014 (11981540724).jpg

Ministro degli Affari Esteri
della Repubblica Slovacca
Durata mandato 26 gennaio 2009 –
8 luglio 2010
Capo del governo Robert Fico
Predecessore Ján Kubiš
Successore Mikuláš Dzurinda

In carica
Inizio mandato 4 aprile 2012
Predecessore Mikuláš Dzurinda

Alto Rappresentante per la Bosnia ed Erzegovina
Durata mandato 30 giugno 2007 –
26 marzo 2009
Predecessore Christian Schwarz-Schilling
Successore Valentin Inzko

Dati generali
Partito politico Direzione - Socialdemocrazia
Università MGIMO e Facoltà di giurisprudenza dell'Università Comenio di Bratislava

Miroslav Lajčák (Poprad, 20 marzo 1963) è un politico e diplomatico slovacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal giugno del 2007 al marzo del 2009 è stato Alto Rappresentante (OHR) per la Bosnia ed Erzegovina, figura istituita dall'Accordo di Dayton del dicembre del 1995.

Dal gennaio del 2009 al luglio del 2010 è stato Ministro degli affari esteri della Repubblica Slovacca, ruolo che è ritornato a ricoprire nell'aprile del 2012, in entrambe le occasioni come membro del governo guidato da Robert Fico.

Il 29 novembre 2018 si è dimesso dall'incarico a seguito della mancata approvazione dell'United Nations Global Compact da parte del parlamento slovacco.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Global Compact: si dimette ministro Esteri slovacco - Altre News - Nuova Europa, su ANSA.it, 29 novembre 2018. URL consultato il 9 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9599147665848760670006 · GND (DE1212237978 · WorldCat Identities (ENviaf-9599147665848760670006