Microsoft Lumia 640

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Microsoft Lumia 640
Microsoft logo (2012).svg
Caratteristiche tecniche
ProduttoreMicrosoft Mobile
TipoSmartphone
RetiGSM, GPRS, EDGE, HSPA, LTE
Connettività3G, 4G, Bluetooth 4.0, Wi-Fi
DisponibilitàItalia 3 aprile 2015
Sistema operativoWindows Phone 8.1 con Lumia Denim
AntennaRadio FM
SuoneriePolifoniche e personalizzate con Creazione Suoneria
VideocameraPosteriore a 8.0 MP con Flash Led, anteriore a 0.9 MP con grandangolo HD
InputTasti volume, Tasto di blocco e accensione, Tasti UI (indietro, avvio, ricerca)
AlimentazioneCapacità batteria: 2500 mAh (rimovibile)
CPUQualcomm Snapdragon 400 da 1,2 GHz quad core
Memoria1 GB RAM, 8 GB (Memoria Interna), espandibile fino a 128 GB
Schermo5"
Risoluzione1280 x 720 (294 ppi)
Dimensioni141,3 × 72,2 × 8,8 mm
Peso145 g
Touchscreencapacitivo e multi-touch, Super Sensitive Touch
PredecessoreNokia Lumia 630
SuccessoreMicrosoft Lumia 650
 

Il Microsoft Lumia 640 è uno smartphone di fascia media prodotto dalla Microsoft che fa parte della serie Lumia, successore dei Nokia Lumia 630 e 635. Inaugura la serie x40 della gamma Lumia.

Presentato al Mobile World Congress di Barcellona il 2 marzo del 2015, è uscito sul mercato nell'aprile 2015, disponibile nei colori ciano lucido, arancione, bianco e nero opaco.[1]

Il Lumia 640 è il primo smartphone della gamma Lumia ad essere equipaggiato con Windows Phone 8.1 Update 2 (GDR2) e a poter essere aggiornato a Windows 10 mobile.

Versione XL[modifica | modifica wikitesto]

La versione Microsoft Lumia 640 XL è un phablet da 5,7 pollici e 13 Megapixel di fotocamera posteriore, con una capacità di batteria di ben 3000 mAh, uscito nel mese di marzo.[2] Per il resto presenta le medesime caratteristiche del fratello minore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lumia 640 XL: in pre-ordine da Unieuro a 199€, spedizioni dal 25 marzo - hdblog.it, su windows.hdblog.it. URL consultato il 2 aprile 2015.
  2. ^ Pianetacellulare.it, Microsoft Lumia 640 in Italia dal 3 Aprile, su www.pianetacellulare.it. URL consultato il 27 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]