Michele Nicoletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Nicoletti
Michele Nicoletti daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Coalizione Italia. Bene Comune
Circoscrizione VI (Trentino-Alto Adige)

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in Filosofia
Professione docente e politico

Michele Nicoletti (Trento, 19 novembre 1956) è un filosofo e politico italiano.

Dopo la laurea in Filosofia presso l'Università di Bologna, ha proseguito le attività di ricerca presso l'Istituto Trentino di Cultura e le Università di Innsbruck e Monaco. Ricercatore in Filosofia Teoretica presso l'Università di Padova, ha poi insegnato Filosofia Politica come Professore Associato presso la stessa Università e poi, come Professore Ordinario, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia e la Scuola di Studi Internazionali dell'Università degli Studi di Trento.

Nel febbraio 2013 viene eletto Deputato nelle liste del Partito Democratico e diviene membro della Commissione Affari Esteri e della Delegazione. Il 6 agosto 2014 diviene Presidente della Delegazione Italiana presso l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa[1] (PACE) e il 28 settembre 2015 viene eletto capogruppo del PSE all'interno della stessa Assemblea[2].

Il 22 gennaio 2018 viene eletto Presidente dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE). È il secondo italiano dopo Giuseppe Vedovato, che ha ricoperto l'incarico dal 1972 al 1975, a presiedere l'Assemblea Parlamentare da quando è stata creata. [3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in filosofia all'Università di Bologna nel 1980.

Dal 2001 è professore ordinario di filosofia politica presso la facoltà di lettere e filosofia e la Scuola di studi internazionali dell'Università di Trento. Dal 2011 è direttore del Centro studi e ricerche "Antonio Rosmini" di Rovereto.[4]. Nel 2007 ha insegnato presso la Notre Dame University come Fulbright Distinguished Lecturer.

Dal 2009 al marzo 2014 è stato segretario provinciale del PD del Trentino. Nel dicembre 2012 ha partecipato ed ha vinto le primarie del Partito Democratico del Trentino per la Camera dei Deputati con 3633 voti.[5]

Alle elezioni politiche del 2013 è stato candidato in seconda posizione nelle liste del Partito Democratico nella circoscrizione Trentino-Alto Adige[6] ed è stato eletto deputato.[7]

Il 6 aprile 2014 è stata annunciata la nomina a presidente della delegazione parlamentare italiana[8] presso il Consiglio d'Europa[9].

Il 28 settembre 2015 è stato eletto capogruppo del PSE all'interno dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa[2].

Attualmente vive e lavora tra Trento e Roma, è sposato, con tre figli.

Attività parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

In data 30 maggio 2013 ha presentato come primo firmatario la proposta di modifica della legge elettorale, che è stata annunciata il 3 giugno 2013: "Modifiche al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, e al testo unico di cui al decreto legislativo 20 dicembre 1993, n. 533. Introduzione del doppio turno di coalizione per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica".[10] Dal 4 maggio 2015 l'Italicum[11] (con le modifiche apportate alla proposta presentata in data 30 maggio 2013 da Michele Nicoletti) è legge: è stato votato con scrutinio segreto alla Camera con 334 voti a favore e 61 voti contrari[12][13].

Incarichi politici e istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Premi ed altri riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001 - Menzione speciale della giuria all'VIII premio internazionale "Salvatore Valitutti" al libro La politica e il male.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Nicoletti, La dialettica dell'Incarnazione: soggettività e storia in S. Kierkegaard, Bologna: EDB, 1983.
  • M. Nicoletti (Ed. critica a cura di), L'empatia, di E. Stein, Milano: Franco Angeli, 1986.
  • M. Nicoletti, Trascendenza e potere: la teologia politica di Carl Schmitt, Brescia: Morcelliana, 1990.
  • M. Nicoletti, La politica e il male, Brescia: Morcelliana, 2000.
  • M. Nicoletti, S. Zucal, F. Olivetti (a cura di), Da che parte dobbiamo stare: il personalismo di Paul Ludwig Landsberg, Soveria Mannelli: Rubbettino, 2007.
  • M. Nicoletti (Ed. a cura di), Angeli delle nazioni - Origine e sviluppi di una figura teologico-politica, Brescia: Morcelliana, 2007.
  • M. Nicoletti, Religion and Empire: Carl Schmitt's Kathechon between International Relations and the Philosophy of History, in International Law and Religion ed. by M. Koskenniemi, M. García-Salmones Rovira and P. Amorosa, Oxford University Press, 2017.

Le pubblicazioni complete si trovano elencate sul sito dell'Università degli Studi di Trento[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SguardoEuropeo, Nicoletti Presidente della Delegazione Italiana presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, su sguardoeuropeo.it. URL consultato il 4 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2014).
  2. ^ a b PDdT, Comunicato Stampa - MICHELE NICOLETTI eletto capogruppo del PSE all’interno dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, su partitodemocraticotrentino.it. URL consultato il 16 ottobre 2015.
  3. ^ Consiglio Europa: Nicoletti(Pd) eletto presidente assemblea - Trentino AA/S, in ANSA.it, 22 gennaio 2018. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  4. ^ Padri Rosminiani, 10 marzo 2013, http://www.rosmini.it/Objects/Home1.asp. URL consultato il 10 marzo 2013.
  5. ^ Primarie Pd: vince Nicoletti, trentinocorrierealpi, 10 marzo 2013. URL consultato il 10 marzo 2013.
  6. ^ Elezioni politiche 2013 Trento - Michele Nicoletti, PD - CIDA L'Italia che vogliamo, CIDA, 10 marzo 2013. URL consultato il 10 marzo 2013.
  7. ^ Paolo Micheletto, Elezioni regionali, vince l'idea di coalizione, L'Adige, 10 marzo 2013. URL consultato il 10 marzo 2013.
  8. ^ Parlamento Italiano, Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa, su parlamento.it. URL consultato il 4 settembre 2014.
  9. ^ SguardoEuropeo, NICOLETTI Presidente della Delegazione Italiana presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, su sguardoeuropeo.it. URL consultato il 4 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2014).
  10. ^ Camera.it - XVII Legislatura - Lavori - Progetti di legge - Scheda del progetto di legge
  11. ^ In difesa dell’Italicum (pubblicato sulla Rivista IL MARGINE) - Michele Nicoletti, su michelenicoletti.eu. URL consultato il 27 maggio 2015.
  12. ^ Italicum: Sì della Camera, è legge - Politica, su ansa.it. URL consultato il 27 maggio 2015.
  13. ^ Camera dei Deputati, Cosa cambia con il nuovo sistema elettorale, il testo approvato dalla Camera (PDF). URL consultato il 27 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2015).
  14. ^ Pagina Università degli Studi di Trento, Università degli Studi di Trento, 10 marzo 2013. URL consultato il 10 marzo 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN16371532 · ISNI (EN0000 0001 1599 9302 · GND (DE13687388X · BNF (FRcb129531857 (data)