Michele Fragali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Michele Fragali (Palermo, 18 luglio 1897Roma, 9 novembre 1980) è stato un docente e magistrato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni '20 entrò in magistratura e fu pretore a Niscemi e a Milano. Libero docente all'università di Milano, pubblicò le opere: Principî di diritto aeronautico (1930); Lezioni di diritto aeronautico (1939), disciplina cui diede un contributo innovativo.[1]

Nel 1952 fu capo dell'ufficio legislativo del ministero dell'industria. Avvocato generale della Cassazione nel 1955, dal 1957 è stato presidente di sezione.
Nel 1957 sistematizzò in forma definitiva l'intera materia della navigazione aerea e marittima curando per la casa editrice Giuffrè il Codice della navigazione.

È stato eletto giudice della Corte costituzionale dai magistrati della Corte di cassazione il 20 luglio 1960 e ha giurato il 2 agosto 1960.
È stato nominato vicepresidente della Corte il 24 novembre 1971 dal neoeletto presidente Giuseppe Chiarelli. È cessato dalla carica il 2 agosto 1972.[2]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 15 settembre 1960[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN114245316 · ISNI (EN0000 0000 8474 3821 · LCCN (ENn84192363 · WorldCat Identities (ENn84-192363