Melogale everetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tasso furetto del Borneo
Immagine di Melogale everetti mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Sottordine Caniformia
Famiglia Mustelidae
Sottofamiglia Mustelinae
Genere Melogale
Specie M. everetti
Nomenclatura binomiale
Melogale everetti
(Thomas, 1895)
Sinonimi

Melogale personata ssp. everetti
(Thomas, 1895)

Areale

Bornean Ferret-badger area.png

Il tasso furetto del Borneo (Melogale everetti Thomas, 1895) è un carnivoro della famiglia dei Mustelidi. Appartiene al genere Melogale ed è diffuso solo nel Borneo[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il tasso furetto del Borneo ha una lunghezza testa-corpo di 35-40 cm e una coda lunga 16-17 cm. Pesa circa 1-2 kg e ha una struttura fisica relativamente snella. Il muso è allungato e la testa e i denti relativamente piccoli. Il colore prevalentemente marrone scuro di gran parte delle regioni superiori contrasta nettamente con quello più chiaro del ventre. La testa è ornata con un motivo contrastante nero e bianco (o giallo), continuo o frammentato, sul naso, sulla fronte, tra le guance e le orecchie. Le zampe anteriori sono dotate di forti artigli. Talvolta il tasso furetto del Borneo viene classificato come una sottospecie del tasso furetto della Birmania. La specie è monotipica[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il tasso furetto del Borneo è limitato al nord dell'isola da cui prende il nome. Abita in foreste e praterie ad altitudini comprese tra i 900 e i 3000 m. Il numero di esemplari è ignoto. Finora tutti gli avvistamenti documentati provengono dal territorio del parco nazionale del Kinabalu[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le abitudini del tasso furetto del Borneo sono poco conosciute. Esso si nutre presumibilmente di insetti e altri invertebrati, piccoli vertebrati e frutta. Sembra essere principalmente notturno, e trascorre il giorno riposando in cavità o fessure. Si sposta preferibilmente sul terreno, ma è in grado di arrampicarsi molto bene. Si presume che conduca vita solitaria[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Wilting, A., Duckworth, J.W., Hearn, A. & Ross, J. 2015, Melogale everetti, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2016.3, IUCN, 2016.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Melogale everetti, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ a b c S. Lariviére e A. P. Jennings, 2009 (p. 635).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Lariviére e A. P. Jennings (2009). Family Mustelidae (Weasels and Relatives). In: D. E. Wilson, R. A. Mittermeier, (Hrsg.). Handbook of the Mammals of the World. Volume 1: Carnivores. Lynx Edicions, 2009. ISBN 978-84-96553-49-1.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mammiferi