Mel Counts

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mel Counts
Dati biografici
Nome Mel Grant Counts
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 213 cm
Peso 104 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Ritirato 1976
Carriera
Giovanili

1960-1964
Marshfield High School
Oregon St. Beavers Oregon St. Beavers
Squadre di club
1964-1966 Boston Celtics Boston Celtics 121
1966-1967 Baltimore Bullets Baltimore Bullets 25
1967-1970 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 271
1970-1972 Phoenix Suns Phoenix Suns 156
1972 Philadelphia 76ers Philadelphia 76ers 7
1972-1974 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 104
1974-1976 New Orleans Jazz New Orleans Jazz 105
Nazionale
1964 Stati Uniti Stati Uniti 8
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Tokyo 1964
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mel Grant Counts (Coos Bay, 16 ottobre 1941) è un ex cestista statunitense. È stato campione olimpico e due volte campione NBA con i Boston Celtics.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Counts ebbe un notevole successo da giocatore non professionista; nel 1964, prima di accedere nella NBA venne convocato nella Nazionale statunitense per disputare i Giochi olimpici a Tokyo, dove vinse la medaglia d'oro. Dopo l'esperienza olimpica Mel fu scelto al draft NBA con la 7a chiamata assoluta dai Boston Celtics.

Nella squadra della leggendaria dinastia di Bill Russell, del quale era il principale ricambio, il rookie ebbe modo di vincere il titolo sin dalla sua prima stagione NBA (1964-65), che Boston replicò anche l'anno dopo. Venne poi ceduto ai Baltimore Bullets in cambio di Bailey Howell, per passare poi, a metà stagione, ai Los Angeles Lakers.

Con i californiani ebbe probabilmente le migliori stagioni della sua carriera, e nel 1969 lottò anche per il titolo di campione, naturalmente contro Boston. In gara-7 di quelle finali scese in campo negli ultimissimi minuti di gioco, sostituendo un Wilt Chamberlain lievemente infortunato; con quell'improbabile aiuto i Lakers riuscirono a recuperare quasi tutto lo svantaggio accumulato, ma Counts si fece stoppare da Russell un importantissimo tiro per pareggiare il partita, che alla fine si concluse con la vittoria dei Celtics.

Nel 1970 venne scambiato con i Phoenix Suns, in cambio di Gail Goodrich, con i quali giocò un paio di stagioni. Si trasferì poi a Philadelphia per la stagione 1972-73 ma, dopo poche partite, venne ceduto nuovamente ai Los Angeles Lakers insieme a Bill Bridges, in cambio di LeRoy Ellis e John Trapp.

Chiuse la carriera con due stagioni ai New Orleans Jazz.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • NCAA AP All-America Second Team (1964)
  • 2 volte campione NBA (1965, 1966)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]