Mehdi Baki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mehdi Baki in Timeless 2013

Mehdi Baki (Montmagny, 2 marzo 1988) è un ballerino e coreografo francese, specializzato nel genere hip hop.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Mehdi Baki nasce e cresce a Montmagny, insieme alla sorella e al fratello maggiore Aziz Baki, ballerino e coreografo di origini franco-algerine.[1] Prima di scoprire la break dance all'età di 11 anni, Mehdi praticava la capoeira, lo skateboarding e il basket. Dopo il diploma di liceo, si iscrive all'A.I.D. di Parigi (Académie Internationale de la Danse) dove studia lo stile classico, jazz, moderno e contemporaneo.[2] Successivamente, prosegue il suo percorso formativo partecipando a stage di danza e corsi di recitazione fra i quali un workshop di teatro alla Scuola internazionale Jacques Lecoq.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua carriera Mehdi ha preso parte a numerosi dance drama, commedie e musical al fianco di coreografi francesi e internazionali, fra i quali James Thierrée, Niels Robitzky, David Drouard, Sébastien Lefrançois,[4] Lionel Hun,[5] Zack Reece, Sébastien Ramirez,[6] Kamel Ouali, Hakim Ghorab, Mehdi Kerkouche e Giuliano Peparini.[7]

Mehdi ha iniziato a lavorare in televisione facendo brevi apparizioni in alcuni programmi musicali francesi quali Star Academy, Victoires de la musique, Vivement Dimanche, Disney Channel Talents, À la recherche du nouveau Michael Jackson, La Chanson de l'Année e Les stars se dépassent pour ELA. Durante questo periodo è entrato a far parte del gruppo di ballerini di Timeless 2013, il fortunato tour di Mylène Farmer dal quale è stato realizzato un film per il grande schermo.[2] Dal 2014 al 2016 ha lavorato in Italia nella compagnia di Giuliano Peparini, prima nel talent show Amici di Maria De Filippi e in seguito in House Party, dove affianca Tamara Fernando e il fratello Aziz Baki. Durante le tre serate presentate da Maria De Filippi, Michelle Hunziker e Gerry Scotti, Mehdi si esibisce nel ballo, nella recitazione e nel canto.[8]

Nell'ambito della cultura hip hop, Mehdi è solito partecipare a eventi musicali e festival di danza, sia come concorrente (è stato vincitore al Who Got The flower, finalista di Juste Debout, Battle Art Scenik, X bar ConneXIon e Cypher Skillz), sia come giudice e coreografo (Hip-Hop Games Concept, Les Estivales de la Danse de Tarbes, Grand festival de danse d'Angoulême). Nel 2015 ha lavorato come assistente coreografo di Peparini nel musical francese La légende du Roi Arthur. Insieme al fratello Aziz, ha inoltre collaborato alla realizzazione di coreografie per il brand Mulberry di Johnny Coca.[9] Nel 2017 ha tenuto un seminario di danza Parigi.[10]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Les 10 commandements – commedia musicale di Elie Chouraqui (Francia, Corea, 2007)
  • Il était une fois – regia di Niels Robitzky (Francia, Germania, 2007–2008)
  • Cléopâtre, la dernière Reine d'Egypte – commedia musicale di Kamel Ouali (Francia, Belgio, Svizzera, 2009–2010)
  • Pinocchio, L'espoir de grandir – commedia musicale di Marie-Jo Zarb (Francia, 2010)
  • Conte de Faits – regia di Malik Boufenara (Francia, 2011)
  • Hommage – regia di Lionel Hun, Compagnie Hybride (Francia, 2011)
  • Obstacle – regia di Sébastien Lefrançois, Cie Trafic de Style (Francia, Belgio, 2011–2012)
  • Abstrackt – regia di Soussou Nikita (Francia, 2012)
  • 1789, Les Amants de la Bastille – commedia musicale di Giuliano Peparini (Francia, Belgio, Svizzera, 2012–2015)
  • Tabac Rouge – regia di James Thierrée, Compagnie du Hanneton (Francia, Svizzera, Belgio, Inghilterra, Grecia, Russia, USA, Australia, 2013–2015)
  • Hubris – regia di David Drouard, DADR Cie (Francia, 2014–2016)
  • Iskio – regia di Johanna Faye e Saïd Lehlouh, Cie Black Sheep (Francia, 2015–2016)
  • Borderline – regia di Sébastien Ramirez e Honji Wang, Cie Wang Ramirez (Francia, Svizzera, Germania, USA, 2015–2017)
  • Lo schiaccianoci – regia di Giuliano Peparini (Italia, 2017–2018)[11]
  • Bye bye myself – regia di Mehdi Baki e Nicolas Fayol (Francia, 2018)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Film e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Campagne pubblicitarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Vivre Ensemble: SOS Racisme – campagna tv contro il razzismo, regia di Kamel Ouali (2009)[13]
  • Always on – videoclip per Nike, regia di Yannick Hanafi (2011)
  • Dance – spot pubblicitario per Crunch de Nestlé, coreografia di Aziz Baki (2012)

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Timeless 2013: Aziz Baki Portrait, mylene.net. URL consultato il 30 novembre 2016.
  2. ^ a b (FR) Mehdi Baki - Portrait, mylene.net. URL consultato il 25 novembre 2016.
  3. ^ (FR) Intervenants, le-gfda.com. URL consultato il 25 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 novembre 2016).
  4. ^ (FR) Conte de faits suivi de 90°, Billet Réduc. URL consultato il 25 novembre 2016.
  5. ^ HOMMAGE à Madame Nicole Calise-Petracchi à l’Opéra Théâtre d’Avignon, Compagnie Hybride. URL consultato il 25 novembre 2016.
  6. ^ (FR) Rioult Wang Ramirez (PDF), ADF. URL consultato il 25 novembre 2016.
  7. ^ (FR) Les Professeurs (PDF), Les Estivales de la Danse de Tarbes 2014.
  8. ^ Tamara Fernando, Prossimamte su canale 5, su instagram, 2 novembre 2016.
  9. ^ (EN) Choreographer Aziz Baki, creative for Mulberry Aftershow Party, simon how agency, 29 febbraio 2016. URL consultato il 25 novembre 2016.
  10. ^ (EN) Mehdi Baki - Workshop les rendez vous parisien, su vimeo, 21 maggio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  11. ^ (FR) Souvenir du Casse Noisette, su facebook.com, 1º gennaio 2018.
  12. ^ (FR) Maurice Bontinck, Angoulême: Tatiana Seguin danse avec les singes de Jamel, Charente Libre, 6 aprile 2015. URL consultato il 25 novembre 2016.
  13. ^ Vivre ensemble SOS Racisme Vu par Kamel Ouali, danseurs en herbe, 19 novembre 2009. URL consultato il 25 novembre 2016.
  14. ^ (FR) Jennifer Lagache, David Ban présente son premier clip L’Alpaguer, my band news, 7 gennaio 2014. URL consultato il 25 novembre 2016.
  15. ^ (EN) Aloïse Sauvage - Aphone, su YouTube, 9 ottobre 2017.
  16. ^ (EN) Suzane, L'Insatisfait, su YouTube, 28 marzo 2018. URL consultato il 2 aprile.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]