Giuliano Peparini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuliano Peparini (Roma, 3 gennaio 1973) è un coreografo, regista teatrale e ballerino italiano.

A 24 anni è diventato primo ballerino del Ballet National de Marseille. Come assistente e maître de ballet di Roland Petit ha curato le coreografie per diverse compagnie di ballo in Francia, in Russia, in Giappone e in Italia. Dalla sua collaborazione con Franco Dragone sono nati una serie di spettacoli in Cina e negli Stati Uniti di genere acrobatico, fra i quali Le Rêve e The House of Dancing Water. In Francia è noto per avere diretto il musical 1789, Les Amants de la Bastille. Nel 2013 ha portato in scena Romeo e Giulietta - Ama e cambia il mondo, seguito da Lo schiaccianoci al Teatro dell'Opera di Roma. In Italia è conosciuto soprattutto per il suo ruolo di direttore artistico del talent show televisivo Amici di Maria De Filippi.

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Peparini incomincia i suoi studi di danza in Italia, ma dopo non essere stato ammesso alla scuola di ballo del Teatro dell'Opera di Roma perché non aveva la forma fisica adeguata,[1] decide di lasciare l'Italia all'età di 16 anni per perfezionarsi all'American Ballet Theatre di New York. Rientrato in Europa, nel 1990 interpreta il ruolo di Marc nella prima edizione italiana del musical A Chorus Line della Compagnia della Rancia per la regia di Saverio Marconi e Baayork Lee.

In Francia la sua carriera prende una svolta decisiva quando viene scritturato da Roland Petit, diventando nel 1997 danseur étoile (primo ballerino) del Ballet National de Marseille. A Parigi intraprende un percorso formativo attoriale: frequenta la Scuola internazionale di teatro Jacques Lecoq, la scuola Claude Mathieu e la scuola di cinema La Fémis e collabora nel frattempo ad alcuni workshop di teatro e movimento promossi dal Cirque du Soleil.

Nel 1998, Peparini presenta la sua prima coreografia all'Opéra municipal de Marseille intitolata Horses. Promosso assistente e maître de ballet di Roland Petit, rimonta i suoi balletti per differenti compagnie mondiali come l'Opéra de Paris, il Teatro Bolshoi di Mosca, l'Opera Nazionale di Tokyo e il Teatro alla Scala di Milano.

Durante questi primi anni di carriera, oltre a danzare come ballerino porta in scena nuovi spettacoli. In Russia, al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, realizza nel 2001 una coreografia per il Kirov Ballet intitolata Loulou, i sogni di un'anti-star. A Las Vegas, nel 2004, crea insieme a Franco Dragone (il direttore artistico del Cirque du Soleil) lo spettacolo teatrale Le Rêve.[2] Da questo esordio seguono una serie di eventi artistici in Europa, in Asia e in America, realizzati in collaborazione con la Dragone Entertainment Group. Nel 2007, in Cina, Peparini concepisce un evento con 150 artisti per l'apertura dell'Hotel Crown Macao, e nel 2010, di nuovo a Macao, realizza uno spettacolo "acquatico" permanente intitolato The House of Dancing Water.[3] A questi anni risalgono inoltre le collaborazioni nelle produzioni cinematografiche di Niki Caro e Éric-Emmanuel Schmitt in qualità di supervisore agli effetti visivi.

In Francia, Peparini ha realizzato ulteriori spettacoli teatrali. Nel 2008, al Palazzo dello sport di Parigi, dirige lo spettacolo dell'artista Catherine Lara intitolato Au-delà des murs. Nel 2012 i produttori Dove Attia e Albert Cohen (sceneggiatori de Les 10 commandements, Le Roi Soleil e Mozart, l'opéra rock)[4][5] affidano a Peparini la regia e la coreografia della loro nuova commedia musicale intitolata 1789, Les Amants de la Bastille, vincitrice del Globe de Cristal come migliore commedia musicale dell'anno.[6] La collaborazione con Dove Attia e Albert Cohen prosegue nel 2015 con un'altra commedia musicale intitolata La Légende du Roi Arthur. Lo spettacolo ha esordito al Palazzo dei Congressi di Parigi il 17 settembre 2015 ed è stato in tournée in Francia e in Belgio fino a luglio 2016.[7]

Nel 2012, Peparini torna in Italia con lo spettacolo teatrale Il principe della gioventù.[8] L'anno successivo porta in scena Romeo e Giulietta - Ama e cambia il mondo, commedia musicale prodotta da David Zard. Lo spettacolo ha esordito il 2 ottobre 2013 all'Arena di Verona ed è stato rinnovato per altre due stagioni teatrali, nel 2014 e nel 2015. Per quanto invece riguarda la danza classica, il 20 dicembre 2015 al Teatro dell'Opera di Roma ha esordito un nuovo adattamenteo di Lo schiaccianoci[9] Il balletto è stato rinnovato per la stagione 2016.[10]

A livello televisivo, Peparini ha lavorato in Francia nel 2011 e 2012 come regista e coreografo per il programma Sidaction in onda su France 2. Si tratta di un evento musicale di beneficenza dedicato alla lotta contro l'AIDS. Sempre in Francia, è stato inoltre un giudice per il programma La France a un incroyable talent, trasmesso su M6 nel 2015.[11] In Italia, dal 2013 al 2019, è il direttore artistico di sei edizioni del talent show Amici di Maria De Filippi. Nel mese di dicembre 2016, è direttore artistico di un altro programma di Canale 5 intitolato House Party.[12]

I tableaux[modifica | modifica wikitesto]

Le coreografie di Peparini vengono chiamate tableaux (quadri) perché sono pensate come tele al cui interno il regista raffigura balli, grafiche, schermi, scenografie ed effetti speciali. Ogni tableau propone temi diversi, soprattutto sociali o storici. Nella costruzione dei tableaux, Peparini è stato spesso ispirato da William Shakespeare, dalla letteratura e dal cinema.[13]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La sorella maggiore di Giuliano Peparini è la coreografa Veronica Peparini.[14] Insieme hanno collaborato in molte coreografie e progetti di danza, fra i quali il video musicale della canzone Vivere a colori di Alessandra Amoroso.[15]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ludovica Mattioli, Alla scoperta di Giuliano Peparini, il direttore artistico di Amici 12, su iodanzo, 3 maggio 2013. URL consultato il 4 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2016).
  2. ^ (EN) Le Rêve - The Dream | Le Reve Photos | Wynn Las Vegas, wynnlasvegas. URL consultato il 7 marzo 2016.
  3. ^ (EN) The House of Dancing water, su city of dreams. URL consultato il 7 marzo 2016.
  4. ^ (FR) La comédie musicale "Le Roi Soleil", comedie2000. URL consultato il 7 marzo 2016.
  5. ^ (FR) La comédie musicale "Mozart l'opéra rock", su comedie2000. URL consultato il 7 marzo 2016.
  6. ^ (FR) Palmares 2013, globesdecristal.com. URL consultato il 7 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  7. ^ (FR) La légende du roi Arthur, découvrez le spectacle musical, su lalegendeduroiarthur. URL consultato il 7 marzo 2016.
  8. ^ Irene Romano, Amici 2016 - Peparini cerca consigli, danzadance. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  9. ^ “Lo schiaccianoci” di Giuliano Peparini ha inaugurato la Stagione di Balletto 2015-2016[collegamento interrotto], Teatro dell'Opera di Roma. URL consultato il 7 marzo 2016.
  10. ^ Tiziano Di Muzio, Lo Schiaccianoci di Giuliano Peparini, registra un nuovo record, su danzaeffebi.com, 31 dicembre 2016. URL consultato il 21 gennaio 2017.
  11. ^ (FR) Le jury de l'émission La France a un incroyable talent sur M6, su M6.fr. URL consultato il 7 marzo 2016.
  12. ^ Beatrice Gentili, House Party, la nuova grande scommessa di Maria De Filippi, lineadiretta24, 5 dicembre 2016.
  13. ^ Alessandro Alicandri, Creo i miei balletti come opere d'arte, TV Sorrisi e Canzoni, 12 aprile 2016. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  14. ^ Michele Olivieri, La danza non ha limiti: intervista a Veronica Peparini, giornaledelladanza, 3 dicembre 2016. URL consultato il 3 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2017).
  15. ^ “Vivere a colori”, arriva il video tanto atteso della canzone di Alessandra Amoroso, si24.it, 13 luglio 2016. URL consultato il 3 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]