Megaraptor namunhuaiquii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Megaraptor
Stato di conservazione: Fossile
Megaraptor namunhuaiquii jmallon.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Sottoclasse Arcosauromorpha
Infraclasse Ornitodira
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Infraordine Tetanura
Superfamiglia Allosauroidea
Famiglia Neovenatoridae
Sottofamiglia Megaraptora
Genere Megaraptor
Specie M. namunhuaiquii
Nomenclatura binomiale
Megaraptor namunhaiquii
Novas, 1998

Il megaraptor (Megaraptor namunhuaiquii) era un dinosauro carnivoro vissuto nella parte inferiore del Cretaceo superiore in Sudamerica.

L'enigma[modifica | modifica sorgente]

I primi resti frammentari di questo dinosauro, lungo forse 9-11 metri, vennero scoperti nel 1997 e descritti da Fernando E. Novas un anno dopo, e includevano un enorme artiglio falciforme lungo circa trenta centimetri, simile a quello dei dromeosauridi ma molto più grande. Proprio per questo motivo il megaraptor venne subito considerato il più grande fra questi dinosauri, qualcosa di simile a un gigantesco Velociraptor, dotato di una "falce" sulle zampe posteriori.

Scoperte più recenti, però, hanno portato a una riconsiderazione di questa interpretazione. Una zampa anteriore completa, infatti, dimostra che l'artiglio era posizionato sulla "mano", e non sul "piede". La zampa, inoltre, assomiglia molto a quelle dei carnosauri già noti, anche se differisce in modo singolare da quelle degli allosauridi e dei carcarodontosauridi; Megaraptor, dunque, potrebbe effettivamente appartenere a una nuova famiglia di grandi teropodi con insolite specializzazioni negli arti anteriori. Sono conosciuti due esemplari frammentari di Megaraptor provenienti da Portezuleo, un altro (classificato per ora come Megaraptor sp.) proviene da bayo Barreal (ed è come i precedenti frammentario), inoltre nel medesimo giacimento di Portezuelo sono stati rinvenuti frammenti di ossa attribuibili a Megaraptor.

È interessante notare che anche lo spinosauride Baryonyx, prima della descrizione ufficiale, era stato pubblicizzato come un dromeosauride, a causa dello smisurato artiglio che risultò poi appartenere alle "mani".

Nel 2009 Megaraptor è stato inserito nella nuova famiglia dei Neovenatoridi (Neovenatoridae), ma la classificazione è tuttora incerta.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Calvo, J. O., J. D. Porfiri, C. Veralli, F. Novas, and F. Poblete. 2004. Phylogenetic status of Megaraptor namunhuaiquii Novas based on a new specimen from Neuquén, Patagonia, Argentina. Ameghiniana 41: 565-575.
  • Novas, F. E. 1998. Megaraptor namunhuaiquii, gen. et sp. nov., a large-clawed, Late Cretaceous theropod from Patagonia. Journal of Vertebrate Paleontology 18: 4-9.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]