Praemegaceros cazioti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Megaloceros cazioti)
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Praemegaceros cazioti
Megaloceros cazioti.png
Ricostruzione artistica di Praemegaceros cazioti
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Sottordine Ruminantia
Famiglia Cervidae
Sottofamiglia Cervinae
Genere Praemegaceros
Specie P. cazioti
Nomenclatura binomiale
Praemegaceros cazioti
Deperét, 1897

Praemegaceros cazioti (o Megaloceros cazioti) è una specie estinta di cervide vissuta in Sardegna e Corsica fra il tardo Pleistocene Medio e la prima parte dell'Olocene. Apparteneva al gruppo dei cervi pleistocenici Megaloceridi (di cui il più famoso è l'imponente Megaloceros giganteus), dei quali fu uno degli ultimi (se non l'ultimo in assoluto) a estinguersi. I resti più recenti (trovati nella Grotta Juntu sul Monte Albo) risalgono infatti a circa 7 500 anni fa,[1] più o meno in contemporanea con l'inizio della Rivoluzione neolitica in Sardegna. Non era invece antenato del moderno cervo sardo, che si ritiene essere discendente del cervo rosso.

Cranio fossile di P. cazioti nel giacimento della grotta dei Cervi a Punta Giglio.

Fossili di tale animale sono stati trovati in numerose località costiere della Sardegna[2] (come la zona di Alghero, compresa Bosa, e Porto Pino), nonché numerose tracce e impronte. È di particolare importanza il giacimento fossilifero della grotta dei cervi presso Alghero, che prende il nome proprio da tali ritrovamenti, nonché quello di Nurighe presso Cheremule. Resti fossili sono stati trovati anche in Corsica, per molto tempo unita alla Sardegna nel cosiddetto blocco sardo-corso.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Radiocarbon and U-series dating of the endemic deer Praemegaceros cazioti (Depéret) from “Grotta Juntu”, Sardinia, in Journal of Archaeological Science, vol. 34, n. 5, 1º maggio 2007, pp. 790–794, DOI:10.1016/j.jas.2006.09.001. URL consultato il 15 settembre 2021.
  2. ^ Fanelli Fabio, Palombo Maria Rita, Pillola Gian Luigi, Ibba Angelo, Tracks and trackways of “Praemegaceros” cazioti (Depéret, 1897) (Artiodactyla, Cervidae) in Pleistocene coastal deposits from Sardinia (Western Mediterranean, Italy) (PDF), in BOLLETTINO-SOCIETA PALEONTOLOGICA ITALIANA, 46 (1), 2007.
  3. ^ (FR) Présence du Cervidé Megaloceros (Nesoleipoceros) cazioti (Depéret, 1897) dans le gisement pléistocène de Corte (Corse), in Geodiversitas, vol. 22, n. 3, 2000, pp. 433–455. URL consultato il 16 settembre 2021.
Ricostruzione del P. cazioti nel suo ambiente naturale, ad opera del paleoartista Roman Uchytel