Medicina rigenerativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Si dice medicina rigenerativa il processo di rimpiazzamento e rigenerazione delle cellule, tessuti e organi umani per ripristinarne le normali funzioni.

Questo campo di ricerca permette di rigenerare tessuti e organi danneggiati nel corpo rimpiazzando il tessuto danneggiato e/o stimolando i meccanismi di riparazione del corpo per guarire i tessuti precedentemente irreparabili o organi.

La medicina rigenerativa consente inoltre agli scienziati di far crescere tessuti e organi in laboratorio e trapiantarli con sicurezza quando il corpo non può curarsi da solo. Si avvale di dispositivi tecnologici all'avanguardia chiamati bioreattori.

La medicina rigenerativa ha potenzialmente la capacità di risolvere il problema della mancanza di organi disponibili per la donazione in comparazione al numero di pazienti che ne richiedono, soprattutto se l'organo di cui si necessita è fatto con le stesse cellule del paziente.

Tecnologie[modifica | modifica wikitesto]

Terapia genica[modifica | modifica wikitesto]

la terapia genica tenta di modificare o di introdurre geni nel corpo del paziente con l'obiettivo di ottenere trattamenti duraturi, anche curare il cancro, le malattie virali e i disordini ereditari. Gli approcci di terapia genetica comprendono la sostituzione di un gene mutato, che causa malattie, con una corretta copia del gene.

La terapia genica può essere eseguita in vivo, nella quale un gene viene trasferito nelle cellule del paziente, o ex vivo, nella quale il gene viene rilasciato alle cellule fuori dal copro, per poi venire trasferite in n secondo momento.

In sostanza gli sviluppatori della terapia genica introducono nuovi o corretti geni nelle cellule del paziente attraverso vettori, cioè virus disattivati che non causano la malattia nel paziente, ma servono da veicolo per trasportare il nuovo materiale genetico nelle cellule. Sono stati usati per la terapia genica i retrovirus, gli adenovirus, i virus adenoassociati, gli herpsvirus e il vaccinia virus. In alternativa il nuovo materiale genetico si può introdurre nelle cellule attraverso vettori non virali, tra cui nanoparticelle e nanosfere.

Le tecniche di terapia genica posso essere usate per modificate ex vivo, che in un secondo momento vengono reintrodotte nel corpo del paziente per combattere la malattia. Questo approccio comprende le tecniche di immunoterapia, tra cui le Car-T, T-cell receptor, le Natural Killer, i Linfociti infiltranti il tumore, i linfociti derivati dal midollo osseo, le cellule gammadelta T e i vaccini contro il cancro.[1]

Editing genomico[modifica | modifica wikitesto]

L'editing genomico è una tecnica nella quale il DNA può essere inserito, rimpiazzato, rimosso o modificato in una particolare localizzazione del genoma umano per ottenere benefici terapeutici in modo da poter trattare il cancro, diverse tipologie di malattie rare l'HIV e altro ancora. Ci sono diversi approcci che si appoggiano alle cosiddette "forbici molecolari", spesso una nucleasi ingegnerizzata che permette un taglio preciso nel DNA del paziente, in una specifica locazione del genoma. Poi i "tagli" vengono riparati per creare le modifiche desiderate in un specifico gene.

Le nucleasi attualmente usate nell'editing genomico sono le meganucleasi, le nucleasi di dita di zinco (ZFN), le nucleasi basata sull'effetto di attivazione della trascrizione (TALEN) e il sistema di brevi ripetizioni palindrome raggruppate regolarmente (CRISPR/Cas9).

In alternativa l'editing genomico può essere eseguito mediante la ricombinazione omologa di sequenze dei virus adenoassociati nel DNA del paziente.[2]

Terapia cellulare[modifica | modifica wikitesto]

La terapia cellulare consiste nella somministrazione di cellule nel corpo del paziente per sostituire o riparare tessuti danneggiati da una malattia. Diversi tipi di cellule possono essere impiegate tra cui le cellule staminali ematopoietiche, cellule staminali del muscolo, cellule staminali neuronali, cellule staminali mesenchimali, linfociti, cellule dendritiche e cellule delle isole pancreatiche.

Le terapie cellulari possono essere di tipo autologo, cioè il paziente riceve le cellule dal proprio corpo, o allogeniche, quando il paziente riceve le cellule da un donatore.

La maggior parte delle terapie a base cellulare, in corso di sviluppo, utilizzano le cellule staminali pluripotenti. Diversamente dalle cellule embrionali, le pluripotenti sono cellule staminali che sono geneticamente riprogrammate a un stato capace di diventare un qualsiasi tipo di cellula. Questa tecnologia può permettere lo sviluppo di illimitate tipologie di cellule umane necessarie per scopi terapeutici.[3]

Ingegneria tissutale[modifica | modifica wikitesto]

Con l'Ingegneria tissutale si tenta di mantenere, recuperare o sostituire tessuti e organi attraverso la combinazione di impalcature, cellule e molecole. Con l'ingegneria tissutale si utilizza un'impalcatura, detta anche scaffold, che utilizza qualsiasi tipo di materiale, dalle proteine ai polimeri sintetici. Certe terapie partono da uno scaffold esistente, rimuovendo le cellule da un organo, processo chiamato "decellurizzazione" In un secondo momento vengono aggiunte cellule "riprogrammate", permettendo al tessuto o all'organo di svilupparsi ex vivo.

I biomateriali comprendono qualsiasi sostanza che interagisce con il sistema biologico del paziente. I biomateriali forniscono un supporto a tessuti biongegnerizzati.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gene-Based Medicine, su Alliance for Regenerative Medicine. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  2. ^ (EN) Genome Editing, su Alliance for Regenerative Medicine. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  3. ^ (EN) Cell Therapy, su Alliance for Regenerative Medicine. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  4. ^ (EN) Tissue-Engineered Products & Biomaterials, su Alliance for Regenerative Medicine. URL consultato il 7 ottobre 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2008001685 · GND (DE7652075-4
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina