Mean Creek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mean Creek
Mean Crеek.png
una scena del film
Titolo originale Mean Creek
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2004
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Jacob Aaron Estes
Sceneggiatura Jacob Aaron Estes
Produttore Rick Rosenthal
Casa di produzione Whitewater Films
Fotografia Sharone Meir
Montaggio Madeleine Gavin
Musiche tomandandy
Scenografia Greg McMickle
Interpreti e personaggi

Mean Creek è un film indipendente del 2004, vincitore del Premio John Cassavetes agli Independent Spirit Awards 2005 e presentato nella sezione Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2004.[1]

L'esordiente regista, anche sceneggiatore, si ispira a Stand by Me - Ricordo di un'estate ma sostituisce l'elegia fiabesca con una crudezza di linguaggio in sintonia coi tempi, e con uno sguardo spietato sul vuoto della provincia americana.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per vendicare il pugno che il bullo George ha sferrato al gracile fratellino Sam, l'adolescente Rocky e il balordo Marty - ossessionato dal suicidio del padre - organizzano una spedizione punitiva, e coinvolgono la piccola Millie e il timido Clyde, figlio di padri gay, in una gita sul fiume in cui dovrebbero denudare e abbandonare la vittima.

Ma durante la gita il gruppo di ragazzi si accorge che George è un ragazzo problematico e solo, con un forte bisogno di amicizia. Sam vorrebbe lasciar perdere, ma gli eventi prendono il sopravvento e George muore annegato nel fiume.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Quinzaine 2004, quinzaine-realisateurs.com. URL consultato l'11 agosto 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema