Mauro Picotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mauro Picotto
NazionalitàItalia Italia
GenereTechno
Trance[1] (1995-2002)
Progressive trance[1] (1995-1997)
Mediterranean progressive (1995-1997)
Periodo di attività musicale1985 – in attività
Album pubblicati3
Studio2
Live1
Sito ufficiale

Mauro Picotto (Cavour, 25 dicembre 1966) è un disc jockey e musicista italiano, esponente italiano di fama mondiale della musica techno e trance.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Cavour, una piccola cittadina nella Città Metropolitana di Torino, da una famiglia di proprietari di cave. Fa il dj dal 1985 e nel 1989 vince la gara DMC organizzata su Italia 1. Inizia la sua carriera di dj internazionale con il progetto R.A.F. nel 1991. Negli anni novanta sarà uno dei dj italiani più in auge nell'ambito della techno, soprattutto con i progetti del produttore discografico di Media Records Gianfranco Bortolotti.

Ha lavorato con molti esponenti della musica dance, tra cui Gigi D'Agostino. Una delle loro collaborazioni è sfociata nel disco Angel Symphony del 1996, caratterizzato da un beat progressive trance o, scendendo nello specifico, mediterranean progressive.

Del 2000 è il brano Komodo (Save a Soul), che include una campionatura da Sweet Lullaby dei Deep Forest. Nel 2002 esce l'album The Others. Nel 2005 si stacca dalla Media Records per fondare la sua etichetta, la Alchemy. Attualmente la Alchemy conta al suo seguito artisti del calibro di Adam Beyer, Danilo Vigorito, Gabry Fasano e molti altri DJs che suonano techno.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • My House/Bakerloo Symphony (1996)
  • Angel's Symphony (1996)
  • Lizard (1998)
  • Lizard (Gonna Get You) (1999) UK #27
  • Lizard (Gonna Get You) (Remix) (1999) UK #33
  • Iguana (1999) UK #39
  • Pulsar (1999)
  • Komodo (2000) UK #13
  • Bug/Eclectic (2000)
  • Come Together (2000)
  • Pegasus (2000)
  • Proximus (2000) - contiene un campione da "Adiemus" di Adiemus
  • Like This Like That (2001) UK #21
  • Verdi (2001) UK #74
  • Pulsar 2002 (2002) UK #35
  • Back to Cali (2002) UK #42
  • Alchemist (2003) Primate
  • New Time New Place (2004) T:Classics
  • Funky Time (2005) Alchemy
  • Maybe, Maybe Not (2007) Sw Records
  • Evribadi (2007)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • German Dance Awards: Best International DJ, Best Producer, Best Radio Hit
  • Danish Dance Awards: Best International DJ
  • Ericsson Swiss Dance Awards: Best International DJ
  • BBm Magazine Irish Dance Awards: Best International DJ
  • Deejay Magazine Spanish Dance Awards Best International DJ
  • TMF Dutch Dance Awards: Best International DJ
  • RTÉ 2fm Irish Dance Music Awards: Best International DJ
  • DJ Awards 2005 Ibiza: Winner
  • Voted in the Top 100 DJs in TheDJList.com (USA) and DJ Mag (UK)
  • Disco d'oro in Germania per Komodo (Save a soul)[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Mauro Picotto, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Musikindustrie.de.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN79971920 · ISNI: (EN0000 0000 5610 3966 · GND: (DE135113512 · BNF: (FRcb14215959m (data)