Mauremys mutica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tartaruga palustre gialla
Mauremys mutica kami Stuffed specimen.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Testudines
Famiglia Geoemydidae
Sottofamiglia Geoemydinae
Genere Mauremys
Specie M. mutica
Nomenclatura binomiale
Mauremys mutica
(Cantor, 1842)
Sinonimi

Emys muticus
Cantor, 1842

La tartaruga palustre gialla (Mauremys mutica Cantor, 1842) è una rara specie di tartaruga della famiglia dei Geoemididi[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Ne vengono riconosciute due sottospecie[2]:

  • M. m. mutica Cantor, 1842.
  • M. m. kami Yasukawa & Iverson, 1996.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il carapace, lungo circa 200 mm, è leggermente bombato con una colorazione generalmente tendente al marrone o al nero, ma variabile considerevolmente in base alla distribuzione geografica della specie. Il piastrone è giallo con macchie nere. La testa e il collo variano dal grigio al verde-oliva scuro, mentre gli arti e la coda sono grigio-oliva dorsalmente e grigio-giallastri ventralmente. Sul capo sono presenti diverse linee di colore giallo, mento e collo sono gialli. La sottospecie M. m. mutica presenta un carapace a cupola marrone scuro o grigio-nerastro, il piastrone è scuro e il capo è grigio-nero con una striscia chiara. La sottospecie M. m. kami ha un carapace appiattito giallastro o marrone chiaro e nel capo non è presente la striatura chiara. È onnivora, si nutre di lombrichi, insetti, pesci, girini, lumache, granchi e sostanze vegetali come foglie, steli, semi e frutti. Le uova sono di solito deposte tra aprile e agosto, ogni covata è composta da 1-8 uova che schiudono dopo circa 94 giorni[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Ampiamente distribuita nell'Asia orientale: nel Vietnam settentrionale, Cina centrale e meridionale, sulle isole di Hainan e Taiwan, introdotta in Giappone (ad eccezione dell'arcipelago di Ryukyu dove la specie è naturalmente presente). Sono riconosciute due sottospecie: M. m. mutica e M. m. kami sottospecie endemica delle isole Ryukyu. È una specie semi-acquatica, che vive in corpi d'acqua a lento corso, compresi stagni, acquitrini, paludi e ruscelli, in aree di pianura[3].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

È una delle specie più comunemente commercializzate in Asia, considerato il suo alto valore di mercato. Viene frequentemente catturata sia per la sua carne che per la medicina tradizionale e il commercio internazionale a fini terraristici[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Asian Turtle Trade Working Group 2016, Mauremys mutica, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b Mauremys mutica, su The Reptile Database. URL consultato il 7 novembre 2016.
  3. ^ a b c Mauremys mutica, su Turtles of the World. URL consultato il 7 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili