Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Mas'ud Barzani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Massoud Barzani)
Mas'ud Barzani
Masoud Barzani February 2015.jpg

Presidente del Kurdistan iracheno
Durata mandato 14 giugno 2005 –
1º novembre 2017
Predecessore Kosrat Rasul Ali
Successore carica vacante

Presidente del Consiglio di governo iracheno
Durata mandato 1 aprile 2004 –
30 aprile 2004

Predecessore Mohammad Bahr al-Ulloum
Successore Ezzedine Salim

Dati generali
Partito politico Partito Democratico del Kurdistan
Un giovane Ma'sud Barzani con il primo ministro dell'Iraq Abd al-Karim Qasim.

Mas'ud Barzani (Mahabad, 16 agosto 1946) è un politico curdo-iracheno, dal 1979 capo del Partito Democratico del Kurdistan (PDK). È stato Presidente della regione del Kurdistan iracheno, provincia autonoma dell'Iraq, dal 2005 al 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Masʿūd Bārzānī (in curdo: مه‌سعوود بارزانی‎‎, Mahsʿūd Bārzānī; in arabo: مسعود برزاني‎, Masʿūd Bārzānī) è figlio di Mustafa Barzani, eroe delle Resistenza curda in Iraq e fondatore del PDK. Masʿūd nacque a Mahabad, nel Kurdistan iraniano, all'epoca dell'effimera Repubblica di Mahabad, mentre suo padre occupava la carica di comandante in capo delle forze curde. Ha cinque figli e tre figlie.

Combattente curdo[modifica | modifica wikitesto]

Masʿūd Bārzānī è succeduto al padre come leader del PDK nel 1979. Combatté a fianco del fratello Idrīs Bārzānī tra i gruppi indipendentistici curdi nel corso della guerra Iran-Iraq, fino alla morte di Idrīs. All'epoca le autorità curde irachene erano in esilio in Iran.

A seguito della disfatta dell'Iraq di Saddam Hussein nel corso della prima guerra del Golfo, le forze curde riuscirono a recuperare una parte del territorio curdo iracheno. Il Kurdistan iracheno fu allora oggetto di contesa fra i due principali movimenti curdi: il PDK da lui guidato, e l'UPK (Unione Patriottica del Kurdistan) di Jalāl Ṭālābānī. Il Kurdistan iracheno incorporò la maggior parte del territorio dei tre precedenti governatorati di Duhok, Hewler e Silemani.

Presidente della regione autonoma del Kurdistan iracheno[modifica | modifica wikitesto]

Eletto una prima volta nel giugno del 2005 Presidente della regione autonoma del Kurdistan iracheno, Masʿūd Bārzānī è stato confermato alla Presidenza, col 66% dei voti popolari, nel mese di luglio del 2009.

Nel 2017, il tasso di disoccupazione è superiore al 20 per cento, e il 30 per cento della popolazione della regione del Kurdistan vive sotto la soglia di povertà. Al contrario, ci sono quasi 9 000 uomini d'affari nella regione del Kurdistan la cui ricchezza è sopra un milione di dollari.[1]

Barzani ha cercato di privatizzare il settore sanitario senza apportare alcuna regolamentazione per gli ospedali privati. Nel gennaio 2017, Barzani ha detto che il KRG sarebbe privatizzare il sistema sanitario, considerando che, secondo la Costituzione irachena il servizio sanitario in Iraq è un diritto naturale e libero.[1]

Il 29 ottobre 2017 ha annunciato le dimissioni dalla carica di presidente, con effetto dal momento della scadenza del suo mandato, il 1º novembre successivo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Kurdistan Region’s Uncertain Future; Leaping Toward Authoritarianism, in Kurdish Policy, 18 aprile 2017. URL consultato il 24 settembre 2017.
  2. ^ (IT) Kurdistan, Barzani si dimette da presidente: resterò un Peshmerga, in LaStampa.it. URL consultato il 29 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN5189410 · ISNI: (EN0000 0001 2118 8944 · LCCN: (ENn97907565 · GND: (DE1089385951 · BNF: (FRcb146470813 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie