Marianella Sclavi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marianella Pirzio Biroli Sclavi (Rimini, 1943) è una sociologa italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Marianella Sclavi ha insegnato etnografia urbana, arte di ascoltare e gestione creativa dei conflitti al Politecnico di Milano e collabora da anni a progetti di risanamento dei quartieri in crisi.

Laureata in Sociologia nel 1968 all'Università degli Studi di Trento, divenne uno degli esponenti di primo piano del Partito di Unità Proletaria e, dopo l'unificazione col gruppo de il manifesto nel 1974, entrò anche nel collettivo del quotidiano [1]. Dal 1984 al 1992 ha vissuto con la famiglia a New York, dove ha condotto esperienze dirette con i "nuovi pionieri urbani nel sud del Bronx" [2], esperienze condensate in due libri: A una spanna da terra (Milano, Feltrinelli, 1989), e La Signora va nel Bronx (Milano, Anabasi, 1994), nei quali ha sperimentato e proposto una narrazione etnografica guidata da una "metodologia umoristica" [3]. Tornata in Italia ha insegnato al Politecnico di Milano, affiancando all'insegnamento l'attività di consulente in programmi di risanamento dei quartieri in crisi, di progettazione degli spazi pubblici, con incarichi dei Comuni di Torino (1998-2002), Bolzano (2004), Bologna (2005), di comunicazione interculturale per diverse province, enti regionali, istituzioni scolastiche e ONG. È membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Alexander Langer di Bolzano, del Board of Advisors del Grameen Foundation Program di microcredito in Kosovo, su incarico della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

  • Lotta di classe e organizzazione operaia, introduzione di Vittorio Foa, Milano, Mazzotta, 1974
  • A una spanna da terra: indagine comparativa su una giornata di scuola negli Stati Uniti e in Italia e i fondamenti di una metodologia umoristica, Milano, Feltrinelli, 1989 (ristampato nel 1994 dallo stesso editore, e nel 2005 da Bruno Mondadori)
  • Ridere dentro: un seminario sull'umorismo in carcere con Renato Curcio, Maurizio Iannelli, Stefano Petrelli e Nicola Valentino, Milano, Anabasi, 1993
  • La signora va nel Bronx, Milano, Anabasi, 1994 (ristampato nel 2006 da Bruno Mondadori)
  • Avventure Urbane. Progettare la città con gli abitanti, a cura di M.Sclavi et al, Milano, Eleuthera, 2002
  • Arte di ascoltare e mondi possibili: come si esce dalle cornici di cui siamo parte, Pescara, Le vespe, 2000 (ristampato nel 2003 da Bruno Mondadori)
  • Costruire una pace. Per imparare a non credere nella fatalità delle guerre, Consensus Building Institute (CBI), con una conversazione di M. Sclavi con S. Romano, Milano, Bruno Mondadori, 2007
  • Confronto creativo: dal diritto di parola al diritto di essere ascoltati con Laurence E. Susskind , Milano, Et-al Edizioni, 2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rossana Rossanda, articolo su "La rivista del Manifesto"
  2. ^ relazione al seminario "La città crudele"
  3. ^ dal sito mastergeco dell'Università di Pisa

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie