Man-of-war

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Man O' War.

La man-of-war (oppure man of war, man-o'-war o semplicemente man) fu una tipologia di imbarcazioni armate in uso tra il XVI e il XIX secolo. Il termine, generalmente, si riferisce a navi armate con cannoni e sospinta da vele, in confronto alle Galee propulse da remi; letteralmente, il termine significa "Uomo di guerra". I primi utilizzatori di queste imbarcazioni, furono la Marine nationale e la Royal navy, in seguito si diffuse in tutto il mondo.

Struttura e funzione[modifica | modifica sorgente]

Sotto questo punto di vista, i man-of-war sono vascelli a tre alberi con delle bocche di fuoco (quantificabili tra le 60 e le 180, a seconda dell'epoca) disposte su due o tre ponti. La loro funzione, all'interno delle marine, varia molto, a seconda dell'epoca.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Scafo[modifica | modifica sorgente]

Lo scafo è solitamente in rovere, essendo un legno molto pregiato e resistente; il numero di ponti varia da due a tre, a seconda dell'epoca storica e dell'uso della nave. Per costruire una man-of-war con 74 bocche di fuoco servivano 2900 tronchi di quercia invecchiati di 80-100 anni. Una nave da 74 cannoni misura, in media, 57 metri di lunghezza per 15 di altezza, per un equipaggio di 760 uomini. Sul primo ponte (quello posto più in basso) prendono posto, nel caso di un '74', 28 pezzi da 36 libbre distribuiti uniformemente su entrambi i lati. I '36 libbre' sono le armi più potenti presenti a bordo, e sono poste sul fondo della nave, per abbassare il baricentro e rendere più stabile la nave. Per lo stesso principio, sul secondo ponte trovano posto 30 pezzi da 18 libbre e sul ponte principale ci sono i pezzi da 8 libbre.

vela Portale Vela: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vela