Maka (satrapia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Impero achemenide

Maka (anche conosciuta come Mazun) fu una satrapia dell'impero achemenide e, in seguito, dell'impero sasanide. Corrisponde all'odierno Oman.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Maka entrò a far parte dell'Impero a partire dal 520 a.C., tuttavia, è possibile che sia stata conquistata anni prima da Ciro il Grande, di cui si sa che effettuò delle campagne militari nell'altra parte del Golfo persico. Continuò a essere una Satrapia persiana fino alla conquista macedone della Persia; a quel punto divenne indipendente.

Secondo Erodoto, i "Mykiani" appartenevano allo stesso distretto fiscale dei Drangiani, Tamanaeani, Utiani, Sagartiani e di "quelli deportati nel Golfo Persico".[1] Venne in seguito riconquistata dai Persiani Sasanidi.

Note[modifica | modifica wikitesto]