Asuristan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Asuristan (Assiria) era una satrapia dell'Impero Sasanide (226651). Il territorio venne conquistato tra il 224 e il 226, durante la caduta dell'Impero dei Parti. I Sasanidi ribattezzarono Babilonia in Asuristan.[1][2] La regione era nota in precedenza con il nome di Mesopotamia e corrisponde all'incirca all'odierno Iraq.[3] La provincia si estendeva per lo più da Mosul a Adiabene.[4] Sebbene la religione ufficiale dell'Impero Sasanide fosse il Zoroastrismo durante il III e il IV secolo, in Asuristan Ebrei e Cristiani superavano in numero i zoroastriti.[5] I suoi abitanti erano per lo più agricoltori.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]