Magdalena Abakanowicz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Magdalena Abakanowicz

Magdalena Abakanowicz (Falenty, 20 giugno 1930Varsavia, 20 aprile 2017) è stata una scultrice polacca.

"Nierozpoznani"

Nacque nel 1930 a Falenty, vicino a Varsavia. Nel 1954 completò gli studi all'Accademia di Belle Arti di Varsavia. Fu professoressa all'Accademia di Belle Arti di Poznań.

Nel 1965 ricevette la medaglia d'oro durante la VII Biennale Internazionale dell'Arte a San Paolo. Nel 1972 ottenne il premio statale di prima classe della Repubblica Polacca. Nel 1979 vinse il Premio Herder.

Risiedeva e lavorava a Varsavia.

I progetti più importanti[modifica | modifica wikitesto]

  • Alteracje
  • Ragazzi
  • Katharsis-33 (vicino a Pistoia)
  • Negev-7 (in Israel)
  • Nierozpoznani
  • Tłum I e Tłum II

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze polacche[modifica | modifica wikitesto]

Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine della Polonia Restituta - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine della Polonia Restituta
— 1998
Medaglia Gloria Artis d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Gloria Artis d'oro
— 2005

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia)
— 1999
Commendatore dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia)
— 2004
Gran Croce al Merito con placca dell'Ordine al Merito di Germania (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce al Merito con placca dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)
— 2010
Dama dell'Ordine Pour le Mérite (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine Pour le Mérite (Germania)
Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 14 marzo 2000[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96291179 · ISNI (EN0000 0001 0927 6079 · LCCN (ENn50039862 · GND (DE119196484 · BNF (FRcb119493340 (data) · ULAN (EN500084577 · NLA (EN35795220 · BAV ADV10046473