Lorenzo Bertini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lorenzo Bertini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187 cm
Peso 72 kg
Canottaggio Rowing pictogram.svg
Specialità Pesi leggeri
Palmarès
Giochi olimpici 0 0 1
Mondiali 2 3 4
Europei 1 0 0
Giochi del Mediterraneo 0 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Lorenzo Bertini (Pontedera, 1º giugno 1976) è un canottiere italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gareggiando nella categoria pesi leggeri, ai Campionati del mondo ha vinto tre medaglie d'oro (l'ultimo dei quali il 30 agosto 2009) ed un bronzo nel quattro di coppia, un bronzo nell'otto,due bronzi ed un argento nel quattro senza ed un argento nel singolo p.l. (Monaco 2007). Inoltre vanta numerose medaglie vinte disputando varie Coppe del Mondo ed un bronzo ed un argento ai Giochi del Mediterraneo del 2005 e del 2009.

Alle Olimpiadi di Atene 2004 ha vinto la medaglia di bronzo nel quattro senza pesi leggeri.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Atene 2004: bronzo nel 4 senza pesi leggeri.
1998 - Colonia: oro nel 4 di coppia pesi leggeri.
1999 - St. Catharines: bronzo nell'8 con pesi leggeri.
2002 - Siviglia: argento nel 4 senza pesi leggeri.
2003 - Milano: bronzo nel 4 senza pesi leggeri.
2005 - Kaizu: bronzo nel 4 senza pesi leggeri.
2007 - Monaco di Baviera: argento nel singolo pesi leggeri.
2009 - Poznań: oro nel 4 di coppia pesi leggeri.
2010 - Cambridge: argento nel 2 di coppia pesi leggeri.
2011 - Bled: bronzo nel 2 di coppia pesi leggeri.
2011 - Plovdiv: oro nel 2 di coppia pesi leggeri.
2005 - Almería: bronzo nel singolo pesi leggeri.
2009 - Pescara: argento nel singolo pesi leggeri.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 settembre 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Lorenzo Bertini, quirinale.it. URL consultato il 13 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]