Locomotiva FS 218.6098

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Locomotiva 218.6098)
Jump to navigation Jump to search
Locomotiva FS 218.6098
Locomotiva Diesel
ÖBB 2060.11.JPG
Una locomotiva dello stesso tipo immatricolata dalle ÖBB come 2060
Anni di costruzione 1956
Anni di esercizio 1956 - 1979
Quantità prodotta 1 (acquistato dalle FS)
Costruttore Jenbacher Werke
Dimensioni 6.700 mm x 3.030 x 3.142
Interperno 3.200 mm (tra assi estremi)
Rodiggio B
Diametro ruote 910 mm
Sforzo trazione massimo 79 kN
Velocità massima omologata 30 km/h in manovra
50 km/h in linea
Alimentazione gasolio

La locomotiva 218.6098 è stato un esemplare unico di trazione da manovra, a scartamento normale, delle Ferrovie dello Stato di costruzione Jenbacher Werke.

Precedentemente fu classificata dalle FS come 225.698 fino al 1959, quindi 225.6098 fino al 1971.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni cinquanta le Ferrovie dello Stato italiane intrapresero un programma di reperimento e acquisto di nuovi rotabili da manovra per sostituire le locomotive a vapore, obsolete come costruzione e antieconomiche come esercizio. Nello stesso periodo la Jenbacher aveva in corso di fornitura alle ÖBB, (Ferrovie Federali Austriache), un rotabile, classificato nel gruppo 2060; nel 1956 ne venne acquistato, a scopo sperimentale, un esemplare che venne classificato come 225.698 e successivamente 225.6098. In seguito si preferì una versione più potente e pertanto rimase un esemplare unico ed assegnato al Deposito locomotive di Verona. Nel 1971 le FS ne sostituirono il motore cambiandone la classificazione in Locomotiva 218.6098; svolse servizio fino al 1979 al Deposito locomotive di Udine e alla fine di quell'anno venne demolito.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto adottava un motore diesel tipo JW 200 a 4 cilindri a "V" raffreddato ad acqua prodotto dalla stessa Jenbacher Werke in grado di fornire 140 kW di potenza. La trasmissione del moto era affidata a un cambio idrodinamico Voith che azionava un asse cieco centrale contrappesato con il tradizionale sistema di accoppiamento a biella ai due assi motori. La locomotiva raggiungeva la velocità di 30 km/h in manovra e di 50 km/h negli spostamenti ed era in grado di effettuare anche tradotte in linea in quanto dotata di impianto frenante ad aria compressa con freno Westinghouse.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Itreni oggi 93/1989, pp52-54

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti