Livio Horrakh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Livio Horrakh (Trieste, 1946) è un autore di fantascienza italiano.

Pubblicò i suoi primi racconti improntandoli alla poetica "new wave" della fantascienza anglo-americana ed alla letteratura beat. Dove muore l'astragalo, edito da «Galassia» nel 1977, vinse il Premio Italia per il miglior racconto di fantascienza.[1]

Realizzò poi racconti e atti unici per la terza rete radiofonica locale e per alcune emittenti private, continuando a pubblicare racconti su «Gamma», «Galassia» e «Verso le stelle», sino all'arrivo del suo primo romanzo, Grattanuvole, nel 1981.

Molte delle sue short stories successive sono state riprese in rete su vari siti, alcuni americani[senza fonte]; il 2001 fu per lui l'anno di un nuovo romanzo, Il buddha dell'era oscura, edito da «Robot».

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN CFIV017957