Comitato di Licca-Corbavia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Licca-Corbavia)
Jump to navigation Jump to search
Comitato di Licca-Corbavia
ex comitato
(HR) Ličko-krbavska županija

(HU) Lika-Korbava vármegye

Comitato di Licca-Corbavia – Bandiera
Localizzazione
StatoUngheria Ungheria
Amministrazione
CapoluogoGospić/Goszpics
Data di soppressione1920 (trattato del Trianon)
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°32′N 15°22′E / 44.533333°N 15.366667°E44.533333; 15.366667 (Comitato di Licca-Corbavia)
Superficie6 211 km²
Abitanti204 710 (1910)
Densità32,96 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Comitato di Licca-Corbavia – Localizzazione
Comitato di Licca-Corbavia – Mappa

Il comitato di Licca-Corbavia[1] (in ungherese Lika-Korbava vármegye, in croato Ličko-krbavska županija) è stato un antico comitato del Regno d'Ungheria situato nell'odierna Croazia occidentale. Il comitato apparteneva al regno autonomo di Croazia e Slavonia; suo capoluogo era la città di Goszpics, oggi nota col nome croato di Gospić.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comitato di Licca-Corbavia confinava a nord col comitato di Modrussa-Fiume, ad est con la Bosnia ed Erzegovina e a sud con la Dalmazia austriaca. Il nome del comitato deriva dai nomi di due regioni della Croazia continentale: la Lika e la Krbava, entrambi costituite da altopiani carsici scarsamente popolati e circondati da aspri rilievi. Il comitato aveva pure un ampio sbocco sul mare Adriatico in prossimità del canale della Morlacca, ma privo di era privo di significativi scali marittimi. Le prospicienti isole di Arbe e Pago appartenevano invece alla Dalmazia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla prima guerra mondiale il comitato fu sciolto e col trattato del Trianon (1920) passò al Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (poi trasformatosi in Regno di Iugoslavia). Dal 1991, anno dell'indipendenza dalla Iugoslavia, il territorio dell'antico comitato appartiene alla Croazia e corrisponde grosso modo alla regione della Lika e di Segna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Avvisi italiani, ordinarii, e straordinarii, dell'anno 1717., vol. 34, tip. Giovanni Van Ghelen, Vienna, 1717, p. XV.
Ungheria Portale Ungheria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ungheria