Lei Tingjie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lei Tingjie
Lei Tingjie 2014.jpg
Lei Tingjie nel 2014
Nazionalità Cina Cina
Scacchi Chess.svg
Best ranking 2545 p. (marzo 2018), al mondo 7º
Palmarès
Transparent.png Olimpiadi degli scacchi
Oro a squadre - Batumi 2018
Argento individuale - Batumi 2018
Transparent.png Campionati del Mondo
Argento femminile a squadre / Khanty Mansiysk 2017
Bronzo femminile a squadre / Tsakhkadzor 2015
Asia (orthographic projection).svg Campionati Asiatici
Oro femminile a squadre / Hamadan 2018
Argento femminile a squadre / Abu Dhabi 2016
Transparent.png Campionati cinesi
Oro Campionato cinese femminile individuale/Xinghua 2017
Bronzo Campionato cinese femminile individuale/Xinghua 2016
Bronzo Campionato cinese femminile individuale/Xinghua 2015
Bronzo Campionato cinese femminile individuale/Xinghua 2014
Statistiche aggiornate al 7 ottobre 2018

Lei Tingjie[1] (in cinese 雷挺婕; Chongqing, 13 marzo 1997) è una scacchista cinese, Grande Maestro.

Nel 2014 giunge al terzo posto per tie-break nel Campionato Cinese femminile.[2] Nello stesso anno vince la quarta edizione del China Women Masters Tournament a Wuxi[3] e ottiene il titolo di Grande Maestro Femminile.

Lei Tingjie affronta Ilia Smirin durante l'edizione 2017 del Torneo Tata di Wijk aan Zee

Nel 2015 è prima tra le donne nell'Open di Mosca, precedendo la Campionessa Mondiale Juniores Aleksandra Goryachkina.[4]. Ha partecipato al Campionato del mondo femminile di scacchi 2015, eliminata al secondo turno da Humpy Koneru. In dicembre giunge 1º-5º assieme a Alexander Zubarev, Olexandr Bortnyk, Jure Skoberne e Maximilian Neef nel 32mod Böblingen International Open con 7 punti su 9.[5]

Nel 2016 ha giocato per la squadra cinese vincitrice della medaglia d'oro nella Asian Nations Cup a Dubai.[6].

Nel marzo 2017 ha ottenuto il titolo di Grande Maestro.[7] In maggio giunge al 1º posto nel Campionato Cinese Femminile.[8]

Nel gennaio 2018 ha vinto il XLIII Torneo Abierto “Ciudad de Sevilla” con 8 su 9, mezzo punto di vantaggio sull'italiano Danyyil Dvirnyy, l'indiano Mishra Swayams e il russo Evgeny Gleizerov.[9]

Tra agosto e settembre 2018 partecipa al Campionato asiatico a squadre femminile ottenendo 3 punti nelle 5 partite giocate (+2 =2 -1)[10], la Cina si aggiudica l'evento.[11]

In ottobre vince con la Cina le Olimpiadi e la medaglia d'argento individuale.[12]

Il suo record nel rating mondiale lo ottiene nella classifica FIDE di marzo 2018 dove totalizza 2545 punti Elo[13], che lo posiziona al 7º posto al mondo e al 3° in Cina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Lei" è il cognome.
  2. ^ (EN) Peter Doggers, Yu Yangyi & Ju Wenjun Chinese Champions, Chess.com, 25 marzo 2014. URL consultato il 26 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Lei Ting jie wins China Women Master, su newsaboutchess.com, 15 maggio 2015. URL consultato il 26 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2015).
  4. ^ (EN) WGM Lei Tingjie best in Moscow Open Women’s Cup, Chessdom, 2 agosto 2015. URL consultato il 26 ottobre 2015.
  5. ^ (EN) GM Zubarev clinches the title at 32nd Boeblingen Open 2015, Chessdom, 31 dicembre 2015. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  6. ^ (EN) Asian Nations Cup: Gold for India and China, Chessbase, 4 luglio 2016. URL consultato il 4 maggio 2017.
  7. ^ (EN) List of titles approved by the Presidential Board by written resolution, FIDE, 3 marzo 2017. URL consultato il 3 marzo 2017.
  8. ^ Campionato Cinese Assoluto 2017 Terzo titolo consecutivo per Wei Yi. Lu Shanglei e Wen Yang sul podio. Lei Tingjie vince il Titolo Femminile, su scacchierando.it. URL consultato il 4 maggio 2017.
  9. ^ XLIII Abierto Internacional Ciudad de Sevilla "Memorial Antonio Romero Briones" Sevilla del 12 al 20 de enero de 2018, su chess-results.com. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  10. ^ (EN) Asian Nations Cup 2018 - Women Standard, su chess-results.com. URL consultato il 3 settembre 2018.
  11. ^ (EN) Asian Nations Cup 2018: Iran and China on top, su en.chessbase.com. URL consultato il 3 settembre 2018.
  12. ^ 43rd Olympiad Batumi 2018 Women in Chess-Results
  13. ^ Top 100 Women March 2018, su ratings.fide.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]