Lawrence Wright (giornalista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lawrence Wright

Lawrence Wright (Oklahoma City, 2 agosto 1947) è un giornalista, saggista e sceneggiatore statunitense, meglio conosciuto per essere anche autore di libri di nonfiction quali Le altissime torri: come Al-Qaeda giunse all'11 settembre, incentrato sugli attacchi terroristici dell'11 settembre, per il quale ha vinto anche un premio Pulitzer, L'anno della peste. L'America, il mondo e la tragedia Covid, considerato il racconto decisivo sulla pandemia di COVID-19, e La prigione della fede: Scientology a Hollywood, incentrato sugli aspetti più controversi di Scientology.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Oklahoma City nel 1947, si trasferì a Dallas, dove frequentò il liceo. Laureatosi all'Università Tulane, ha insegnato inglese all'Università Americana del Cairo, dove ha anche conseguito un master in linguistica applicata nel 1969. Nel 1980 iniziò a lavorare per il Texas Monthly e contribuì anche alla rivista Rolling Stone. Nel 1992 lavorò poi per The New Yorker.

Autore di tredici libri in tutto, tra i suoi primi lavori il più noto fu Le altissime torri: come Al-Qaeda giunse all'11 settembre, pubblicato nel 2006 e dove vengono esaminate le origini di Al Qaida, gli antefatti di tutti gli attentati terroristici compiuti fino a quel momento e delle indagini a loro carico, oltre agli eventi che hanno portato all'attentati dell'11 settembre. Il libro ebbe un clamoroso successo e vinse anche il premio Pulitzer per la saggistica nel 2007.

Nel 2013 fu la volta di La prigione della fede: Scientology a Hollywood, un saggio contenente numerose interviste ad ex membri di Scientology che hanno raccontato la loro esperienza all'interno dell'organizzazione. Il saggio venne criticato dalla stessa organizzazione, la quale, secondo quanto dichiarato da Wright stesso in un'intervista per The New York Times, fece spedire innumerevoli lettere che minacciavano azioni legali. Da questo libro venne anche tratto nel 2015 un documentario con lo stesso titolo diretto da Alex Gibney e prodotto dallo stesso Wright, il quale prese parte anche come uno degli intervistati. Il film si è rivelato anch'esso un successo e ha vinto anche un Primetime Emmy Award.

In seguito alla pubblicazione nel 2019 di Dio salvi il Texas. Viaggio nel futuro dell'America, libro che considera il più personale, nel 2021 Wright ha raccontato la diffusione della COVID-19 e la risposta degli Stati Uniti e del mondo alla pandemia causata dal SARS-CoV-2 nel libro L'anno della peste. L'America, il mondo e la tragedia Covid, che contiene anche approfondimenti sulle possibili origini del virus e sulla scoperta del vaccino anti COVID-19.

Wright, che lavorò anche come sceneggiatore per i film Attacco al potere e Noriega, prediletto da Dio o mostro, vive attualmente ad Austin, in Texas.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN88015883 · ISNI (EN0000 0001 1030 5770 · LCCN (ENn79001569 · GND (DE119474204 · BNF (FRcb133404915 (data) · BNE (ESXX992072 (data) · NDL (ENJA00734775 · WorldCat Identities (ENlccn-n79001569