Lawrence Booth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lawrence Booth
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Archbishop Lawrence Booth.svg
Quod ero spero
 
Incarichi ricopertivescovo di Durham;
arcivescovo di York
 
Natocirca 1420
a Barton (presso Salford), Lancashire
Consacrato vescovo8 ottobre 1476
come arcivescovo
Deceduto19 maggio 1480
a Southwell, Nottinghamshire
 

Lawrence Booth (Lancashire, circa 1420Nottinghamshire, 19 maggio 1480) è stato un arcivescovo cattolico, politico e beato inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di John Booth,[1] studiò a Cambridge dove conseguì il dottorato in diritto: restò a Cambridge come professore, dopo è diventato maestro di Pembroke Hall e nel 1456 venne eletto cancelliere dell'università.

Nominato decano della cattedrale di San Paolo a Londra il 2 novembre 1456 e poi principe-vescovo di Durham nel 1457, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 25 settembre successivo nella cattedrale di Durham dalle mani di suo fratello maggiore il arcivescovo William Booth. Il 31 luglio 1476 fu trasferito come arcivescovo alla cattedrale metropolitana di York fino alla sua morte.

Sostenne sempre la causa dei York contro quella di Lancaster; fu lord del sigillo privato del regno da 1456 a 1460 e lord cancelliere da 1473 a 1474, assunse diversi incarichi nella corte inglese.

È morto nel palazzo di Southwell a Nottinghamshire il 19 maggio 1480.[2]

Lo stemma della famiglia Booth[modifica | modifica wikitesto]

Blasone: D'argento tre teste recise di cinghiale erette di nero.
Impresa: Quod ero spero (lingua latina).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]