Laurie Allan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laurie Allan
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Jazz[1]
Rock progressivo[2]
Periodo di attività 1967-1979
Strumento batteria
Gruppi Delivery
Gong
Gruppi e artisti correlati Roy Harper
John McLaughlin
Daevid Allen
Robert Wyatt
Chris Spedding

Laurie Allan (Londra, 19 febbraio 1943) è un batterista e percussionista britannico.

Pur essendo un musicista jazz, nel corso della sua breve carriera musicale ha dimostrato il suo grande talento e la sua versatilità. Ha collaborato con musicisti di primo piano spaziando tra il blues, il folk, la fusion e lo stesso jazz. Il genere che gli ha regalato maggior fama è stato il rock progressivo, di particolare rilievo i suoi lavori con i Delivery, i Gong e Robert Wyatt, artisti legati alla scena di Canterbury.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comincia a suonare la batteria a 12 anni e si mette in luce nei primi anni sessanta nei circoli jazzistici londinesi. Tra gli artisti da cui trae ispirazione vi sono Elvin Jones, Ed Blackwell, Billy Higgins e Roy Haynes.[1] È del 1967 il primo disco in cui suona che viene pubblicato, ed è Come Out Fighting Gengis Smith, del cantautore folk Roy Harper. Tra le collaborazioni di rilievo di questo periodo vi sono quella con il jazzista sudafricano Gwigwi Mrwebi, per l'album Kwela (gennaio 1967) e la partecipazione al trio di Gunter Hampel, assieme a John McLaughlin (1968).

La prima progressive-band di cui entra a far parte sono i Piblokto di Pete Brown, nel 1969, con i quali incide Art School Dance Goes On Forever nel 1970, poco prima di lasciare il gruppo. Si unisce poi ai Formerly Fat Harry con i quali esegue dei tour e pubblica un album. Nel gennaio del 1971 sostituisce Pip Pyle nei Delivery, un'esperienza che dura qualche mese, e nello stesso anno suona nell'album di debutto del chitarrista di fusion Chris Spedding.[1]

Alla fine del 1971 Allan viene nuovamente chiamato a rimpiazzare Pip Pyle, questa volta nei Gong di Daevid Allen, e sarà in questa band che raggiunge la notorietà con il primo album della 'Trilogia di Radio Gnome Invisible', l'ottimo Flying Teapot, inciso nel 1973. Lascia dopo poco tempo anche i Gong, con cui riprende la collaborazione sostituendo Pierre Moerlen per il tour britannico dopo la pubblicazione a fine 1974 di You; gli vengono quindi trovati stupefacenti alla frontiera francese e le autorità gli negano il visto d'ingresso. Deve quindi rinunciare al prosieguo del tour, sostitutito da Bill Bruford.[3] In seguito collaborerà anche con gli affiliati Mother Gong. Dopo una breve parentesi nella reunion dei Delivery e una collaborazione con la band di Steve Miller e Lol Coxhill, fa parte per un anno dei Paraphernalia della sassofonista Barbara Thompson, assieme al tastierista Peter Lemer.[1]

Tra il 1974 ed il 1975 vi sono le prestigiose apparizioni negli album Rock Bottom e Ruth Is Stranger Than Richard del grande musicista britannico Robert Wyatt, che dichiarerà come Allan sia tra i suoi batteristi bianchi preferiti. Partecipa inoltre al concerto londinese dello stesso Wyatt nel 1974, la cui registrazione viene pubblicata nel 2005 nell'album Theatre Royal Drury Lane 8th September 1974.[1]

Dal 1975 in poi si dedica soprattutto al jazz, collaborando di nuovo con Lemer, Coxhill, i Gong e Miller. Abbandona le scene nel 1979, quando si rende conto degli scarsi margini di guadagno su cui potevano contare i jazzisti britannici di quel momento, e si dedica a diversi studi in campo musicale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Biografia di Allan su Calyx, il sito della musica di Canterbury
  2. ^ (EN) Scheda di Flying Teapot www.discogs.com
  3. ^ (EN) Brief Gong history, planetgong.co.uk. URL consultato il 24 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN156045369 · ISNI: (EN0000 0001 0430 5125 · GND: (DE134899911 · BNF: (FRcb13816854r (data)