Laura Mirachian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Laura Mirachian (Padova, 16 aprile 1948) è una diplomatica italiana.

Si è laureata in Scienze Politiche all'Università di Padova nel 1970 ed è entrata nella carriera diplomatica nel 1974. Ha iniziato lavorando al Servizio Cooperazione Tecnica con i Paesi in via di sviluppo, e dal 1975 lavora prima a Mogadiscio e tre anni dopo a Dublino. Tornata a Roma dal 1983 presiede la rappresentanza del Ministero degli Esteri nella Direzione Generale Affari Economici della Comunità Economica Europea. Dal 1987 prende parte alla rappresentanza permanente italiana presso le Organizzazioni Internazionali di Ginevra, rappresentando anche l'Italia al cosiddetto Uruguay Round.

Nel 1992 diviene Primo Consigliere e Incaricato d'Affari ad interim nella sede di Belgrado, ragione per cui verrà ascoltata dalla commissione parlamentare d'inchiesta sull'Affare Telekom Serbia nel 2004. Rientrata al Ministero nel 1995 è posta a capo dell'Ufficio Balcani e Mediterraneo Orientale della Direzione Generale Affari Politici, passando poi nel 2000 alla Direzione Generale Paesi Europa. Due anni dopo aver ricevuto un'onorificenza speciale a conclusione dell'Operazione Alba in Albania nel 1997, siede come rappresentante italiano alla Conferenza di Rambouillet per la stabilizzazione dell'ex Jugoslavia. Nel 2000 diviene Ministro Plenipotenziario ed è incaricata dell'ambasciata a Damasco.

Nel 2004 rientra presso il Segretario Generale a Roma, e due anni più tardi diviene Direttore Generale per i Paesi dell'Europa. Nominata con il grado di Ambasciatore nel 2008, il 19 giugno dell'anno successivo viene nominata a Capo della rappresentanza permanente italiana per le Organizzazioni Internazionali di Ginevra (ILO, OMS, WIPO, WMO).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.»
— Roma, 2 giugno 1991
Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica.»
— Roma, 10 novembre 1997
Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.»
— Roma, 27 dicembre 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Ambasciatore d'Italia presso la Repubblica Araba di Siria Successore Emblem of Italy.svg
2000 - 2004
Predecessore Rappresentante Permanente per l'Italia presso le Organizzazioni Internazionali di Ginevra Successore Emblem of Italy.svg
dal 2009 in carica