La grande parata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La grande parata
THE BIG PARADE poster.jpg
Titolo originale The Big Parade
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1925
Durata 140 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico, guerra, sentimentale
Regia King Vidor George W. Hill (non accreditato)
Soggetto Laurence Stallings
Sceneggiatura Laurence Stallings e King Vidor (non accreditati); Harry Behn (scenario)
Joseph Farnham (titoli)
Produttore Irving Thalberg e King Vidor (non accreditati)
Casa di produzione King Vidor's Production
Fotografia John Arnold Charles Van Enger (non accreditato)
Montaggio Hugh Wynn
Effetti speciali Max Fabian (non accreditato)
Musiche William Axt e David Mendoza (non accreditati)
Scenografia James Basevi e Cedric Gibbons (ambientazione) Robert Florey (set)
Costumi Ethel P. Chaffin, Robert Florey
Interpreti e personaggi

La grande parata (The Big Parade) è un film muto del 1925 diretto da King Vidor e, non accreditato, George W. Hill.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti del 1917, James "Jim" Apperson viene persuaso dai suoi amici patriottici ad arruolarsi in guerra, sebbene non ne avesse inizialmente alcuna intenzione.

Durante l'addestramento, conosce e diventa amico di Slim e Bull. La loro unità viene mandata in Francia e si stanzia in una fattoria nel villaggio di Champillon.

Jim, Slim e Bull sono attratti da Melisande, la figlia della proprietaria della fattoria, che però li respinge. Con il tempo, tuttavia, si innamora di Jim, nonostante i due non parlino la stessa lingua. Un giorno però Jim riceve una lettera e una fotografia dalla sua fidanzata Justyn: quando Melisande vede la fotografia, scappa via in lacrime.

L'unità di Jim viene presto condotta al fronte e Melisande fa appena in tempo a dargli un bacio d'addio. In battaglia, Sim e Bull muoiono per mano del nemico e Jim viene colpito ad una gamba, che gli verrà in seguto amputata.

Dopo la fine della guerra, Jim torna a casa in America. Justyn e suo fratello Harry si sono innamorati in sua assenza. Jim parla di Melisande alla madre, la quale gli dice di tornare in Francia a cercarla. Quando Jim arriva alla fattoria, Melisandre gli corre fra le braccia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla King Vidor's Production presentato dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), il film venne presentato in prima a Los Angeles il 5 novembre 1925.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7
  • (EN) Clive Hirschhorn, The Universal Story, Octopus Books - London, 1983 ISBN 0-7064-1873-5
  • (EN) Jerry Vermilye, The Films of the Twenties, Citadel Press, 1985 - ISBN 0-8065-0960-0
  • La grande parata - Il cinema di King Vidor a cura di Sergio Toffetti e Andrea Morini, Lindau 1994 ISBN 88-7180-106-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema