LaCapaGira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da La Capa Gira)
Jump to navigation Jump to search
LaCapaGira
LaCapaGira.png
Minuicchio e Pasquale in una scena del film
Lingua originaleitaliano e barese
Paese di produzioneItalia
Anno1999
Durata70 min
Generecommedia, grottesco
RegiaAlessandro Piva
SoggettoAndrea Piva
SceneggiaturaAndrea Piva
ProduttoreAlessandro Piva e Umberto Massa
FotografiaGianenrico Bianchi
MontaggioThomas Woschitz e Alessandro Piva
MusicheIvan Iusco in collaborazione Nicola Cipriani e Russolo
ScenografiaMaria Teresa Padula
Interpreti e personaggi

LaCapaGira (La cape aggíre in barese) è un film del 1999 diretto da Alessandro Piva, all'esordio nella regia.

Grazie a questa sua opera prima, presentata al Festival di Berlino, Piva è stato premiato come miglior regista esordiente dell'anno da entrambi i maggiori riconoscimenti cinematografici italiani, David di Donatello e Nastri d'argento.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bari. Un gruppo di piccoli criminali è dedito al contrabbando di droga e sigarette e alla gestione di una sala di video poker illegali. Viene smarrito un carico di cocaina proveniente dall'Albania in occasione di uno sbarco di clandestini e Carrarmato, il boss della banda, incarica della ricerca Minuicchio e Pasquale. Dopo il ritrovamento, i due provvedono anche alla preparazione delle dosi e a recapitarle al bar gestito, per conto dello stesso Carrarmato, da Sabino e Pinuccio. Presso il locale, oltre allo spaccio di droga, vengono vendute sigarette di contrabbando e sono presenti alcuni video poker.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Durante le riprese si possono notare alcuni luoghi tipici della città pugliese: il lungomare, Corso Vittorio Emanuele, Corso Sonnino, i quartieri formati dall'edilizia popolare, San Giorgio con allo sfondo i palazzi di Punta Perotti successivamente abbattuti per le note vicende ambientali, i vicoli di Bari Vecchia ed il sottopassaggio di Via Brigata Bari.[1]

Analisi[modifica | modifica wikitesto]

Caratterizzato da dialoghi in dialetto barese stretto, che hanno reso necessari i sottotitoli anche per la distribuzione nelle sale italiane, il film, che può certamente considerarsi un valido affresco del sottobosco criminale di Bari, ha riscosso un notevole successo di pubblico in Puglia[senza fonte], specialmente nella province di Bari e Foggia. Nei dialoghi sono presenti molti modi di dire tipici baresi e, allo stesso modo, se ne possono notare gli atteggiamenti peculiari come, ad esempio: le movenze da “sballato” di Minuicchio, il litigio dello stesso davanti al furgone del paninaro per futili motivi con annesse minacce, i suoi piccoli scontri verbali con l'amico e collega Pasquale, l'inveire contro i due di Peppino, il rito del “peroncino”, l'atteggiamento di Carrarmato alla guida dell'auto ed il suo tentativo di convincere l'amico vigile a farsi eliminare un verbale.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ seminaltube, LA CAPA GIRA | di Alessandro Piva | Film Completo ITA, 5 novembre 2013. URL consultato il 28 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema