Jennifer Brown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jennifer Brown
Nazionalità Svezia Svezia
Genere Pop
Soul
Jazz
Periodo di attività 1994 – in attività
Etichetta RCA / BMG (1997-2004)
Brightside / Sony BMG (2004-2008)
Malabar / Island (2009-oggi)
Album pubblicati 4
Raccolte 1

Jennifer Brown (Hjällbo, 18 febbraio 1972) è una cantante svedese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jennifer Brown nasce in Svezia, ad Hjällbo, un centro abitato a nord-est di Göteborg. Negli anni novanta si trasferisce a Stoccolma dove lavora come receptionist per l'influente etichetta discografica svedese "Telegram records" e, grazie a questa sua occupazione, riesce ad ottenere un contratto discografico.[1] Nel 1994, il suo album "Giving You The Best" raggiunge la prima posizione nelle classifiche svedesi e ci resta per 22 settimane.

I due album seguenti non raggiungono il successo di vendite di quello con cui ha debuttato, ma "In My Garden" nel 1997 raggiunge la nona posizione e "Vera" nel 1998 conquista l'ottava.[2]

Registra maggiormente da solista, ma è membro della band soul/jazz/pop Blacknuss.[3] Il singolo "Tuesday Afternoon" diventa una hit in Scandinavia, raggiunge la cinquantasettesima nel Regno Unito e riceve un discreto airplay nelle radio italiane.

A livello europeo, il suo lavoro di maggior successo è il singolo "Alive" che, in una versione remixata dal DJ Paul van Dyk e pubblicata nel 2000, entra in numerose classifiche.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver registrato quattro album, viaggia negli Stati Uniti e trascorre del tempo a New York e San Francisco; si reca anche in India.[4] Conosce il futuro padre di sua figlia durante le riprese del film Förortsungar, ma i due si separano durante la gravidanza.[1]

Stile musicale[modifica | modifica sorgente]

In origine, la sua musica spaziava dal soul al R&B, ma sperimenta anche il pop. L'album del 2009 Bloom in November è ispirato dal sound Motown.[4]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Albums[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

  • 1992 Take a Piece of My Heart
  • 1993 Heaven Come Down
  • 1997 In My Garden
  • 1997 When to hold on
  • 1998 Alive
  • 1998 Tuesday Afternoon
  • 1999 Two in the Morning
  • 2003 Weak

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Jennifer Brown: "Jag har varit så förbannad" - mama. URL consultato il 1º gennaio 2011.
  2. ^ Discography Jennifer Brown. URL consultato il 1º gennaio 2011.
  3. ^ Blacknuss Allstars Featuring Jennifer Brown & Titiyo - It Should Have Been You (12", S/Sided) at Discogs. URL consultato il 1º gennaio 2011.
  4. ^ a b Lionheart International - Bloom in November [Jennifer Brown, melodifestivalen 2009, svensk soul, bloom]. URL consultato il 1º gennaio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 51888335