Jacopo Luchini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jacopo Luchini
Jacopo Luchini conquista la Coppa del Mondo di snowboard cross 2019.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Snowboard Snowboarding pictogram.svg
Specialità Snowboard cross, Banked slalom
Società Sci Club Paralimpic Fanano
Palmarès
Mondiali 0 1 2
Coppa del Mondo 0 6 4
Europei 0 0 1
Coppa del Mondo di snowboard cross 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 1 settembre 2019

Jacopo Luchini (Montemurlo, 10 ottobre 1990) è uno snowboarder italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jacopo Luchini nasce a Prato il 10 ottobre 1990 e viene alla luce senza la mano sinistra a causa di un'aplasia. Residente a Montemurlo, inizia presto con lo sport con cui è amore a prima vista: dai 6 ai 12 anni pratica nuoto (stile dorso e rana) e colleziona diverse medaglie gareggiando con i normodotati.

Lo sport, per Jacopo, è da sempre un mezzo per affermarsi e per dimostrare di non essere inferiore a nessuno. A 8 anni inizia a giocare a calcio nel ruolo di terzino destro e nella stagione 2004/2005 vince un campionato provinciale, categoria Giovanissimi. Con il pallone smette a 18 anni quando viene attratto dalle arti marziali, iniziando così a praticare Muay Thai. È in questo periodo che nasce la passione per lo snowboard, coltivata con gli amici nei weekend sul Monte Cimone in Emilia Romagna.

Luchini a 19 anni si trasferisce a Valencia (Spagna) per un'esperienza di lavoro che dura un paio d'anni. Nel frattempo mette da parte lo snowboard e le arti marziali, mentre sperimenta il surf e lo skateboard. A 21 anni rientra in Italia e inizia a dedicarsi completamente allo snowboard fino all'esordio in Nazionale. Nell'ottobre 2017 si laurea in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Firenze.

Nel 2019, dopo aver superato le selezioni, accede al corso per diventare maestro di snowboard organizzato dal Collegio regionale maestri di sci e di snowboard della Regione Veneto. Luchini è il primo italiano con disabilità che riesce ad accedervi.

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 partecipa alla prima Coppa Italia e conquista subito una medaglia di bronzo nello snowboard cross, sua disciplina preferita. Nello stesso anno, a novembre, debutta in una gara internazionale di banked slalom (indoor) a Landgraaf (Paesi Bassi): è decimo all'Europeo e poi dodicesimo nella gara di Coppa del Mondo. Nel 2016, a Les Angles (Francia), esordisce in Coppa del Mondo di snowboard cross e chiude quarto dopo aver realizzato il terzo miglior tempo in qualifica. Ad aprile 2016 partecipa alle finali di Coppa del Mondo di banked slalom e snowboard cross a Moena, chiudendo al decimo posto. Poi conquista un terzo posto in Coppa Italia.

A gennaio 2017, nella sua prima gara fuori dall'Europa, conquista in Coppa del Mondo il primo podio (terzo posto) nello snowboard cross sulla pista di Lake Tahoe (California). Nel febbraio 2017, a Big White (Canada), partecipa al suo primo Mondiale e conquista una straordinaria medaglia di bronzo nello snowboard cross, mentre nel banked slalom è quinto. Chiude la stagione 2016/2017 con un terzo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo, specialità snowboard cross.

Nella stagione 2017/2018 Luchini compie un ulteriore salto di qualità. A Landgraaf (Paesi Bassi) conquista due medaglie d'argento nel banked slalom in Coppa del Mondo ed è terzo all'Europeo. Nel febbraio 2018, alle finali di Coppa del Mondo a Big White (Canada), è terzo nello snowboard cross e secondo nel banked slalom: due importanti risultati che gli consentono di chiudere la stagione con un prestigioso terzo posto nella classifica generale e un secondo posto assoluto nel banked slalom.

Nel 2018 partecipa ai XII Giochi paralimpici invernali di Pyeongchang (Corea del Sud), dove arriva a un passo dalle medaglie. Nello snowboard cross si classifica al quarto posto, perdendo la finale per il bronzo contro il grande favorito Mike Minor. Nel banked slalom è ancora una volta quarto e gli sfugge il bronzo per soli 3 centesimi.

Nel 2019, all'ultima gara in Svezia, vince la Coppa del Mondo di snowboard cross al termine di una stagione straordinaria: nei due appuntamenti in Finlandia conquista un argento e un bronzo nello snowboard cross; nei due appuntamenti a Big White (Canada) conquista un argento e un bronzo nello snowboard cross; a La Molina (Spagna) conquista un argento nello snowboard cross e un bronzo nello slalom. È la prima volta nella storia che un atleta italiano vince la Coppa del Mondo nel para snowboard.

Al Mondiale in Finlandia, sempre nel 2019, è medaglia d'argento nel Team event di snowboard cross e medaglia di bronzo nello slalom.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 medaglie al Mondiale 2019 in Finlandia:
    • argento nel team event di snowboard cross
    • bronzo nel banked slalom
  • 1 medaglia al Mondiale 2017 di Big White, Canada:
    • bronzo nello snowboard cross

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitore della Coppa del Mondo di snowboard cross nel 2019
  • 10 podi:
    • 6 secondi posti
    • 4 terzi posti

Europei[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 medaglia all'Europeo 2017 a Landgraaf (Paesi Bassi):
    • 1 bronzo nel banked slalom

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 riceve dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip) la medaglia d'argento al valore atletico.

Premi ed esperienze[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 viene eletto atleta dell'anno dal Comune di Montemurlo (Prato), città dove è nato.

Nel 2018, in virtù dei risultati conseguiti, riceve il premio "Pegaso per lo Sport" dalla Regione Toscana.

Nel 2018 riceve la Fiaccola d'oro dal Panathlon.

Nel dicembre 2017 partecipa al Dew Tour, uno degli eventi di snowboard più prestigiosi al mondo. A Breckenridge (Colorado), patria dello snowboard mondiale, conquista la medaglia di bronzo in uno spettacolare e complicato tracciato di banked slalom.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]