Jacksonville (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jacksonville
city
(EN) City of Jacksonville
Jacksonville – Veduta
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaCherokee
Amministrazione
SindacoDick Stone
Territorio
Coordinate31°57′48.96″N 95°16′06.96″W / 31.9636°N 95.2686°W31.9636; -95.2686 (Jacksonville)Coordinate: 31°57′48.96″N 95°16′06.96″W / 31.9636°N 95.2686°W31.9636; -95.2686 (Jacksonville)
Altitudine159 m s.l.m.
Superficie36,89 km²
Abitanti14 544 (2010)
Densità394,25 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale75766
Prefisso430, 903
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Jacksonville
Jacksonville
Jacksonville – Mappa
Sito istituzionale

Jacksonville è un comune (city) degli Stati Uniti d'America della contea di Cherokee nello Stato del Texas. La popolazione era di 14.544 abitanti al censimento del 2010.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 36,89 km², dei quali 36,88 km² di territorio e 0,02 km² di acque interne (0,05% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città cominciò ad esistere sulla riva orientale del Gum Creek nel 1847. Nello stesso anno Jackson Smith costruì una casa e una ferramenta nell'area; fu nominato direttore postale quando l'ufficio postale di Gum Creek fu autorizzato nel 1848. Poco dopo, il dottor William Jackson costruì un ufficio vicino al negozio di Smith. Nel 1850 Smith aveva mappato il sito della città e la piazza vicino la sua casa. Dal momento che la città era sulla terra di Jackson Smith e il dottor Jackson fu tra i primi a costruire all'interno dei confini della mappa il nome Jacksonville fu scelto dai cittadini locali per la nuova città. Il nome dell'ufficio postale fu cambiato da Gum Creek in Jacksonville nel giugno del 1850. Nel 1872 la International-Great Northern Railroad fu costruita attraverso la contea di Cherokee e sfiorò Jacksonville di poche miglia. Gli abitanti di Jacksonville elaborarono un accordo con i funzionari delle ferrovie per mappare il nuovo sito della città sulla ferrovia. Nell'autunno del 1872 gran parte dell'originale Jacksonville fu spostata due miglia a est del nuovo sito sui binari[1].

Le prime chiese a Jacksonville furono costruite dai battisti e dai metodisti prima del 1849. Durante gli anni 1850 fu organizzata una loggia massonica presso la comunità. Il Cherokee Sanitarium fu fondato nel 1919 e continuò a servire la città come Newburn Memorial Hospital alla fine degli anni 1980. La prima scuola di Jacksonville, inaugurata nel 1846, era la seconda scuola della contea. Il Jacksonville Collegiate Institute, una scuola privata, fu aperta nel 1873. Nel 1881 fu organizzata una scuola pubblica, che rilevò il patrimonio dell'istituto. Nel 1892 Jacksonville aveva un sistema scolastico pubblico. Il Jacksonville College aprì nel 1899 e un seminario teologico battista aprì nel 1957. Il Lon Morris College (fondato nel 1854 vicino Kilgore come New Danville Masonic Female Academy) operò a Jacksonville fino alla sua chiusura nel 2012. Il primo giornale pubblicato a Jacksonville, il Texan Intelligencer (iniziato nel 1873), fu seguito dal Cherokee Argonaut (iniziato nel 1881). Nel 1910 fu iniziato il Daily Progress. Verso la fine degli anni 1980 venivano pubblicati sia il Jacksonville Daily Progress che il Cherokee County Banner[1].

All'inizio della storia di Jacksonville, l'agricoltura era l'obiettivo principale dell'economia locale. Jacksonville era un importante centro di produzione di pesche dal 1880 al 1914; da allora in poi, i pomodori furono la coltura principale fino agli anni 1950, e la città fu soprannominata la "capitale mondiale dei pomodori". Il bestiame era - e negli anni 1980 rimaneva - un aspetto importante dell'economia. A metà degli anni 1980 la produzione di materie plastiche era la principale industria locale. Nel 1983 una nuova biblioteca e un museo furono completati a Jacksonville[1].

Nel 1904 la popolazione di Jacksonville era di 1.568 abitanti. Negli anni 1930 era aumentata a 6.000 e, alla fine degli anni 1950, a circa 10.000. Durante gli anni 1980 la popolazione era di 12.000 abitanti e nel 1990 la città aveva 12.765 abitanti. Negli anni 1990 l'economia di Jacksonville comprendeva il turismo, oltre a imprese manifatturiere leggere, negozi al dettaglio, aziende agricole, due college, un seminario, un ospedale e una clinica. Nel 2000 la popolazione era aumentata fino a 13.868 abitanti[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[2] del 2010, la popolazione era di 14.544 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 52,84% di bianchi, il 22,35% di afroamericani, lo 0,8% di nativi americani, lo 0,85% di asiatici, lo 0,05% di oceanici, il 20,68% di altre razze, e il 2,43% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 34,28% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas