Ixobrychus cinnamomeus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tarabusino color cannella
Cinnamon bittern or chestnut bittern (Ixobrychus cinnamomeus) Photograph by Shantanu Kuveskar.jpg
Ixobrychus cinnamomeus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Sottofamiglia Botaurinae
Genere Ixobrychus
Specie I. cinnamomeus
Nomenclatura binomiale
Ixobrychus cinnamomeus
(J.F.Gmelin, 1789)
Areale
Ixobrychus cinnamomeus map.svg

Il tarabusino color cannella (Ixobrychus cinnamomeus (J.F.Gmelin, 1789)) è un uccello della famiglia degli Ardeidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un ardeide di media taglia, lungo 40–41 cm e con una apertura alare di circa 50 cm, caratterizzato da un piumaggio color cannella.[3]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di pesci, rane e molluschi.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie ha un ampio areale che si estende in Bangladesh, Brunei, Cambogia, Cina, India, Indonesia, Giappone, Corea, Filippine, Laos, Malaysia, Maldive, Myanmar, Nepal, Pakistan, Singapore, Sri Lanka, Taiwan, Thailandia, Timor-Est, Vietnam.[1]

Popola diversi habitat caratterizzati dalla presenza di acqua, sia dolce che salmastra, quali mangrovie, paludi, torbiere, praterie soggette ad inondazioni stagionali, laghi, risaie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2016, Ixobrychus cinnamomeus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato l'11 aprile 2018.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato l'11 aprile 2018.
  3. ^ a b (EN) Martínez-Vilalta, A., Motis, A. & Kirwan, G.M., Cinnamon Bittern (Ixobrychus cinnamomeus), su Handbook of the Birds of the World Alive, 2018. URL consultato il 12 aprile 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uccelli