Italia Independent Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Italia Independent)
Jump to navigation Jump to search
Italia Independent Group S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa Italiana: IIG
Fondazione2008 a Torino
Fondata daLapo Elkann
Andrea Tessitore
Giovanni Accongiagioco
Sede principaleVenaria Reale
Persone chiave
Settoreholding
ProdottiOcchiali
Jeans
Vodka
Carte di credito
Fatturato19,3 milioni (2018)
Sito webwww.italiaindependentgroup.com/

Italia Independent Group S.p.A. è una holding italiana, fondata nel 2008 a Torino e quotata all'indice FTSE AIM Italia di Borsa Italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda è nata nel 2006 come LA S.r.l. poi diventata LA S.p.A. con sede a Moncalieri (TO) e con la produzione di occhiali da sole di alta gamma come core business. Nel 2007, viene creato il marchio Italia Independent. Sempre nello stesso anno viene creata Independent Ideas e viene acquistata una quota di We Care S.r.l. proprietaria del marchio Care Label.

Nel 2008 viene costituita la holding Italia Independent Group, con lo scopo di riunire sotto un'unica azienda, tutti gli investimenti dei soci fondatori. Successivamente, vengono create Spirits S.r.l. (azienda che produce vodka), Sound Identity S.r.l. (azienda nell'ambito musicale), Value Card S.r.l. (nel settore carte di credito).

Nel 2016, con i conti economici in affanno, viene azzerato l'intero top management e vengono ceduti degli asset. A fine anno nuovo amministratore delegato è nominato Giovanni Carlino, subentra ad Andrea Tessitore, uno dei cofondatori del gruppo.[1]

Nel luglio 2017 la sede viene spostata a Venaria Reale.

Nel febbraio 2019, dopo un bilancio 2018 chiuso con ricavi in calo, Ebitda negativo e una perdita di 6 milioni,[1] entra nella società un fondo di venture capital, Talent EuVeca, presieduto da Giovanna Dossena: con un aumento di capitale, il fondo ricapitalizza Italia Independent Group, che cerca di diventare un marchio di lifestyle, arrivando a detenere il 25,44% del capitale mentre Lapo Elkann, il maggiore azionista, ha il 53,93%.[2] Nell'aprile 2019, in occasione del rinnovo del cda e della decisione di fondere per incorporazione Italia Independent in Italia Independent Group, si dimette Carlino, al suo posto è nominato Mario Pietribiasi, ex Safilo.[1] Dopo solo sei mesi, nell'ottobre 2019, Pietribiasi lascia.[3] Subentra nell'incarico Marco Cordeddu, ex Stalam, Canepa, Fiat Auto.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Italia Independent, lascia il Ceo Carlino, al suo posto Pietribiasi (ex Safilo), su it.fashionnetwork.com, 9 dicembre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2019.
  2. ^ Italia Independent si ricapitalizza e apre le porte a un fondo di venture capital, su repubblica.it, 4 febbraio 2019. URL consultato il 16 ottobre 2019.
  3. ^ Si dimette a sorpresa l'Ad di Italia Independent, su ilsole24ore.com, 2 ottobre 2019. URL consultato il 16 ottobre 2019.
  4. ^ Italia Independent, Cordeddu nuovo Ad, su ansa.it, 18 ottobre 2019. URL consultato il 28 ottobre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]