Istituto d'Istruzione Superiore Statale "Angelo Vegni"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°10′56.32″N 11°55′52.4″E / 43.182311°N 11.931223°E43.182311; 11.931223

Istituto d'Istruzione Superiore Statale "Angelo Vegni"
Soprannome Istituto Vegni
Capezzine 1931.jpg
Ubicazione
Stato Italia Italia
Città Cortona
Indirizzo Via Lauretana – Località Centoia
Organizzazione
Tipo Istituto d'Istruzione Superiore Statale
Fondazione 1886
Preside Maria Beatrice Capecchi
Mappa di localizzazione

L'Istituto d'Istruzione Superiore Statale "Angelo Vegni" Capezzine è situato a Centoia, una frazione del comune di Cortona, in provincia di Arezzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Angelo Vegni

L'Istituto fu creato nel 1886, rispettando la volontà testamentaria di Angelo Vegni, che aveva destinato il suo patrimonio alla fondazione di una Scuola Superiore di Agricoltura che portasse il suo nome. La scuola, fin dall'inizio, fu dotata di un convitto e di un'azienda agricola.

L'offerta formativa[modifica | modifica wikitesto]

L'offerta formativa è articolata tramite tre istituti:

  • Istituto Tecnico Agrario Statale
  • Istituto Professionale Statale Agricoltura e Ambiente
  • Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione

La struttura[modifica | modifica wikitesto]

La struttura scolastica è costituita da aule, laboratori di zootecnia, fisica, scienze, chimica e informatica. Un' Aula Magna con 100 postazioni, una biblioteca ed il convitto che ospita i laboratori di cucina, la sala bar e la pasticceria ed alcune strutture sportive. Oltre all'azienda agraria, di circa 126 ha, con ricovero per macchine e attrezzi, dotata di cantina didattica e sala di degustazione, vi è un orto botanico di 1,71 ha, una serra, un frutteto didattico, un pollaio e una stalla per bovini.
Nell'azienda vi è un'importante produzione vitivinicola, con l'imbottigliamento di alcuni vini che fanno parte del Consorzio Cortona DOC e vini speciali. I vitigni coltivati sono, sia quelli tradizionali del territorio (Sangiovese, Grechetto, Trebbiano, Malvasia), che quelli internazionali (Chardonnay, Sauvignon, Riesling Italico, Cabernet-Sauvignon, Merlot, Syrah). Inoltre vi è un oliveto di 4 ha.
L'istituto è all'avanguardia in Europa per i suoi laboratori di scienza, chimica, informatica, zootecnia e tecnologie meccaniche.

Il museo[modifica | modifica wikitesto]

L'Istituto possiede un'importante collezione di strumenti scientifici di interesse storico, proveniente dal Gabinetto di Fisica dell'Istituto Tecnico Toscano[1], fra i quali si segnalano antichi strumenti di topografia (un tacheometro OMS della metà del Novecento, un livello clisimetro marcato "Scuola Scientifica Viennese Perugia", squadri e altro) e apparecchiature per esperienze di fisica dell'inizio del Novecento (emisferi di Magdeburgo, uno spinterometro, conduttori di forma diversa). Fanno parte della raccolta anche un meccanismo di orologio da campanile, costruito dalle Officine Galileo di Firenze e una collezione ossea di animali domestici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gabinetto di Fisica - Fondazione Scienza e Tecnica, su fstfirenze.it. URL consultato il 07 settembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]