Io, Amleto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Io, Amleto
Io, Amleto (film 1952).JPG
Erminio Macario in una scena del film
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1952
Durata89 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Generecomico
RegiaGiorgio Simonelli
SoggettoErminio Macario, Mario Amendola, Ruggero Maccari
SceneggiaturaEdoardo Anton, Vincenzo Rovi, Dino Falconi, Ugo Guerra, Giovanni Grimaldi, Carlo Veo, Ruggero Maccari, Dino Verde, Renzo Puntoni
ProduttoreErminio Macario
Casa di produzioneMacario Film
Distribuzione (Italia)Safa Palatino
FotografiaDomenico Scala
MontaggioNino Baragli
MusicheFerruccio Martinelli
ScenografiaArrigo Breschi, Saverio D'Eugenio
CostumiAnna Maria Fea
TruccoFranz Sala
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Io, Amleto è un film del 1952 diretto da Giorgio Simonelli.

Parodia dell'omonima tragedia di William Shakespeare[1][2], il suo insuccesso commerciale portò di lì a poco l'appena fondata "Macario Film" al fallimento.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film narra le avventure di Amleto che dopo una serie di peripezie riuscirà ad uccidere l'usurpatore Claudio, a sposare Ofelia e a farsi eleggere presidente della Repubblica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Chiti, Roberto Poppi, Enrico Lancia, Dizionario del cinema italiano: I film, Gremese, 1991, ISBN 88-7605-548-7.
  2. ^ Pietro Piemontese, Remake: il cinema e la via dell'eterno ritorno, Castelvecchi, 2000, ISBN 88-8210-250-5.
  3. ^ Enrico Giacovelli, La commedia all'italiana, Gremese Editore, 1995, ISBN 88-7605-873-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema