Il compagno Don Camillo (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il compagno Don Camillo
Bruscodoncamillo.jpg
una scena del film Il compagno Don Camillo, tratto dal romanzo. In figura Saro Urzì e Fernandel nei panni di Don Camillo
AutoreGiovannino Guareschi
1ª ed. originale1963
Genereromanzo
Lingua originale italiano

Il compagno Don Camillo è un romanzo dello scrittore italiano Giovannino Guareschi, uscito nel 1959 a puntate su Candido e dal 1963 edito dalla Rizzoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo narra le vicende del parroco don Camillo e del sindaco comunista Peppone. Diventato senatore, Peppone organizza una gita-premio nell'Urss per militanti meritevoli, alla quale anche don Camillo con un ricatto ottiene di poter partecipare, con l'identità di Camillo Tarocci, un tipografo della Bassa Padana.

I due saranno coinvolti in rocambolesche avventure, dove il lato comico si sviluppa in particolare dal progressivo emergere - sotto la maschera del compagno Tarocci - del prete Don Camillo.

A tratti il romanzo si fa commovente sia nel descrivere il compagno che si era recato in Russia in realtà per cercare la tomba del fratello caduto in guerra e trova soltanto immensi campi di grano e un albero con inciso con il coltellino "Italia" e una data, sia il permanere della fede malgrado il regime ateo sovietico.

Molto bella la nuova storia d'amore che nasce nel soggiorno russo tra il bel bullo trasteverino Nanni Scamoggia e la compagna Nadia Petrovna, interprete assegnata dal Partito al gruppo di compagni italiani.

Alla fine della avventura don Camillo racconterà poi tutto al suo vecchio vescovo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovannino Guareschi, Mondo Piccolo. Il compagno Don Camillo, Rizzoli, Milano, I ed. 1963, pp. 223, 18 disegni dell'Autore - 1977
  • Id., id., Collana Narrativa n.94, BUR, Milano, I ed. 1979 - 1992 ISBN 978-88-17-11394-6
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura