Il Cairo storica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Il Cairo storica
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Islamic-cairo-street.jpg
TipoCulturali
Criterio(i) (v) (vi)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal1979
Scheda UNESCO(EN) Islamic Cairo
(FR) Le Caire historique

Il Cairo storica (Ar.قاهرة المعز, Qahirat al-Maez, En. Islamic Cairo) anche il Cairo d'epoca medievale occupa, nel centro della città del Cairo, lo spazio della città intra-muraria che circonda la Cittadella del Cairo ed è caratterizzata dalla presenza di centinaia di moschee, madrase, tombe, magioni, caravanserragli e fortificazioni dell'Età islamica.
Nel 1979, è stato proclamato Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO come "una delle più vecchie città islamiche [e] nuovo centro del Mondo Islamico che visse la propria età dell'oro nel XIV secolo"[1].
Il sito versa oggi in condizioni di sfacelo in quanto quartiere altamente degradato della capitale egiziana[2] nel quale i monumenti sono ancora oggi soggetti a furti frequenti[3].

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fondazione del Cairo a nord-est di Fustat nel 959, i Fatimidi eressero un complesso palaziale, sia per scopo residenziale-dinastico sia quale centro amministrativo. Questa cittadella venne circondata da un circuito murario, riedificato in pietra al termine dell'XI secolo dal visir al-Badr al-Jamali[4], le cui vestigia sono oggi le porte fortificate di Bab Zuwayla (sud)[5], Bab al-Futuh e Bab al-Nasr (entrambe a nord).

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa de Il Cairo storica.

Zona settentrionale della Cairo Storica:

  • Porte

Bab al-Futuh, Bab al-Barakiyyah, Bab al-Nasr, Bab al-Bahr, Bab al-Wazir, Bab al-Jadid, Bab Khan al-Khalili, Bab Zuwayla,

  • Strade principali

Via Al-Muizz, Al-Qasabah, Al-Khayamiya.

  • Moschee

Moschea di Al-Ashraf, Moschea di al-Azhar, Complesso del Sultano Al-Ghuri, Moschea di Al-Hakim, Moschea di al-Husayn, Moschea di Al-Salih Tala'i, Moschea di Amir Jamal al-Din Al-Ustadar, Moschea di Al-Aqmar, Complesso del Sultano -Al-Ashraf Qaytbay, Moschea di Abu Dahab, Moschea del Sultano -Al-Muayyad, Moschea e Madrassa del Sultan Barquq, Moschea e Sabil di Sulayman Agha Al-Silahdar, Complesso di Qalawun.

  • Madrassa

Università al-Azhar, Khanqah di Baybars II, Madrassa di Al-Nasir Muhammad, Madrasa e Cupola di Al-Saleh Nagm Al-Din Ayyub, Madrassa e Moschea del Sultan Barquq, Sabil e Kuttab di Katkhuda.

  • Altre strutture

Parco di Al-Azhar, Bayt Al-Suhaymi, Palazzo Beshtak, Chiesa della Vergine Maria, Khan el-Khalili, Khan al-Attarin, Qasaba di Radwan Bey, Sabil-Kuttab-Wikala del Sultano Qa'it Bay, Wikala del Al-Sultan Qaytbay, Wikala del Al-Ghuri, Khan al-Khiameya.

Zona meridionale della Cairo Storica:

  • Strade principali

Via Al-Saliba, piazza Al-Qala'a.

  • Moschee

Mosche di Al-Nasir Muhammad, Moschea di al-Rifa'i, Moschea e Madrassa del Sultano Hassan, Complesso funebre Khayrbak, Mosche di Amir Qijmas al-Ishaqi, Mosche di Juyushi, Mosche di Lulua, Moschea e Khanqah di Shaykhu, Moschea di Amir al-Maridani, Moschea di Muhammad Ali, Moschea di Qani-Bay, Moschea di Qanibay al-Muhammadi, Moschea di Taghribirdi, Moschea di Sayeda Aisha, Moschea di Ibn Tulun, Moschea di Al-Sayeda Zainab, Moschea di Sulayman Pasha, Madrasa di Sarghatmish.

  • Musei

Palazzo Al-Gawhara, Palazzo Amir Taz, Museo delle Carrozze, Museum della Polizia, Museo Gayer Anderson.

  • Altre strutture

Palazzo Amir Alin Aq, Palazzo Bayt Al-Razzaz,Cittadella del Cairo, Palazzo Yashbak, Tomba di Salar e Sangar al-Gawli.

Il Cairo storica ingloba anche gli edifici storici della Qarafa settentrionale, di fronte alla Cittadella del Cairo e sottostante collina di Moukkattam, nonché alcune strutture antiche sulle al Moukkattam stesso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ UNESCO, Decision Text, World Heritage Centre, retrieved 21 July 2017
  2. ^ Ancient Cairo: Preserving a Historical Heritage, Qantara, 2006.
  3. ^ Unholy Thefts Archiviato il 5 giugno 2013 in Internet Archive. Al-Ahram Weekly, Nevine El-Aref, 26 June - 2 July 2008 Issue No. 903.
  4. ^ Raymond A (1993), Le Caire, Parigi, Fayard, p. 62.
  5. ^ Eyewitness Travel: Egypt, Dorlin Kindersley Limited, Londra, 2001, 2007, p. 103, ISBN 978-0-7566-2875-8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • O'Neill Z [et al.] (2012), Lonely Planet: Egypt, 11. ed.
  • Raymond A (1993), Le Caire, Parigi, Fayard.
  • Williams C (2008), Islamic Monuments in Cairo: The Practical Guide, 6. ed., Cairo, American University in Cairo Press.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]