Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ichiyō Higuchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ichiyō Higuchi

Ichiyō Higuchi (樋口 一葉 Higuchi Ichiyō?) pseudonimo di Natsu Higuchi (樋口 奈津 Higuchi Natsu?) (2 maggio 1872Tokyo, 23 novembre 1896) è stata una scrittrice giapponese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Higuchi Ichiyo (1872-1896) fu la più importante scrittrice del periodo Meiji, autrice di Takekurabe (Crescendo, 1895) compose circa tremila tanka. Ella fu autodidatta e dimostrò la possibilità di emancipazione delle donne e delle classi modeste attraverso la diffusione della cultura e dell'istruzione.

Non ancora diciottenne entrò nel mondo del lavoro intraprendendo il mestiere di cucitrice, allo scopo di dare il suo contributo al sostentamento della famiglia, in grave difficoltà per i tracolli finanziari del padre; contemporaneamente riuscì a mantenersi gli studi e nel 1891 seguì dapprima le lezioni di Tôsui Nakarai ed in un secondo tempo frequentò alcuni scrittori-saggisti, come Tokuboku Hirata, che aderivano alla ultime tendenze della letteratura europea.[1] [2]

Grazie all'aiuto di questo gruppo di autori la Higuchi si avvicinò alla scrittura dei racconti, di impronta romantica e con forti influenze della poesia Heian, nei quali sia le trame sia i protagonisti derivavano dalla vita reale vissuta dall'autrice.[1]

Tra le sue caratteristiche più spiccate, emersero l'acutezza e la sensibilità con le quali ci fornì un quadro completo e profondo dell'universo femminile, immerso in ambienti poveri e degradati.[1][3]

Il suo lavoro più significativo è condiderato il romanzo Take-kurabe (Confronto di stature), incentrato sugli amori infelici della protagonista.

Edizioni italiane:

H. Ichiyo, Palude mortifera, traduzione con proemio critico-biografico di H. Shimoi, Sakura, Napoli 1921.

H. Ichiyo, La tredicesima notte, traduzione di A. Ricca Suga, in Narratori giapponesi moderni, Bompiani, Milano 1965.

H. Ichiyo, Due racconti, a cura di A. Fioretti, Vecchiarelli Editore, Manziana 2013. ISBN 978-88-8247-343-3 (traduzione italiana di Takekurabe e Nigorie)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Le Muse, vol. 5, Novara, De Agostini, 1965, p. 513.
  2. ^ Danly, Robert Lyons (1981). In the Shade of Spring Leaves. New York: W.W. Norton & Co. p. 15.
  3. ^ Danly. p.109.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN95282437 · LCCN: (ENn81017799 · ISNI: (EN0000 0001 0927 345X · GND: (DE118953818 · BNF: (FRcb12026085h (data) · NLA: (EN35770560
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie