I misteri di Cascina Vianello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I misteri di Cascina Vianello
I misteri di Cascina Vianello.png
Una scena dal 1º episodio
Titolo originaleI misteri di Cascina Vianello
PaeseItalia
Anno1997
Formatoserie TV
Generecommedia, giallo
Stagioni1
Episodi5
Durata90 min
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
Interpreti e personaggi
Prima visione
Dal1997
Al1998
Rete televisivaCanale 5
Opere audiovisive correlate
PrecedentiCascina Vianello

I Misteri di Cascina Vianello è una serie TV trasmessa in prima serata su Canale 5 nell'inverno 1997 a seguito della prima stagione, intitolata Cascina Vianello (in chiave "romanzo giallo"). Deriva dallo sdoppiamento della storica sit-com Casa Vianello, i cui protagonisti sono Raimondo Vianello, Sandra Mondaini e Giorgia Trasselli. La serie è stata replicata su Mediaset Extra e rimasterizzata nel formato panoramico 16:9.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le avventure di Cascina Vianello Raimondo (Raimondo Vianello) e Sandra (Sandra Mondaini) decidono di rimanere in campagna, questa volta però improvvisandosi detective. Durante le vicende risolvono vari casi di omicidio e di rapina. Questa volta con loro oltre all'immancabile Tata (Giorgia Trasselli), arriva un nuovo maresciallo (Andrea Roncato), che si fa coccolare un po' troppo dalla Tata. L'atmosfera è sempre quella comica festosa e stravagante.

La location è situata a Pantigliate, in provincia di Milano, presso l'agriturismo Tenuta Roverbella.

Elenco degli episodi[modifica | modifica wikitesto]

  1. Un matrimonio e un funerale
  2. Pericolo sul filo di lana
  3. Quattro assi per una rapina
  4. Delitto al circo
  5. Paura nella stalla

Quattro assi per una rapina[modifica | modifica wikitesto]

Nella tranquilla stazione ferroviaria di un pesino di campagna tutto sembra trascorrere come ogni giorno. Molti affollano le banchine in attesa di qualcuno o di qualcosa. Anche Raimondo e Sandra attendono qualcuno e qualcosa: lui aspetta l'arrivo della sua mucca Clarissa, lei quello del nuovo computer. Poco più in là il vecchio Bianchedo Carlenga (Walter Valdi), un contadino conoscente di Sandra e Raimondo, attende il ritorno di Giacomo, un nipote lontano dall'Italia ben da quindici anni. Ma Giacomo non è l'unico nipote di Bianchedo, infatti quel giorno lui ha voluto misteriosamente riunire anche gli altri due nipoti: Ombra e Pietro. Quando il treno riprende il suo cammino tutti ritornano alle loro occupazioni: Raimondo accompagna nella stalla la sua amata Clarissa promettendole che presto le cercherà un fidanzato di razza, mentre Sandra inizia l'installazione del suo nuovo gioco: internet. Raimondo rientra in casa di malumore, pensieroso per l'avvenire di Clarissa, ma viene piacevolmente sorpreso da una nuova presenza: l'esperta di computer che insegnerà a Sandra l'arte della "navigazione in rete". Intanto, alla cascina Bianchedo, lo zio e i tre nipoti si sono ritrovati e non è per una rimpatriata: il vecchio Bianchedo si è giocato tutti i suoi risparmi alle carte e con la complicità di Pietro, impiegato nelle ferrovie, ha organizzato una rapina al vagone postale. I tre cugini si preparano e la rapina avviene ma Giacomo che doveva finger di colpire il cugino si lascia prendere dalla foga e aggredisce Pietro sul treno lasciandolo disabile. Bianchedo nasconde il bottino ma solo lui sa dove è nascosto e per ritrovarlo ha scritto delle indicazioni sui quattro assi corrispondenti ai quattro semi delle carte da gioco e solo tutti insieme i nipoti arriveranno al bottino. Bianchedo preoccupato affida la sua carta a Sandra dicendo che in caso della sua morte non avrebbe dovuto darla ai nipoti. Difatti, poco tempo dopo Bianchedo deve incontrarsi con Raimondo al pascolo vicino alla ferrovia ma Raimondo trova Bianchedo morto nel prato. I Vianello iniziano ad indagare ma il caso non è semplice... quella scritta "s.p.17" sull'asso di quadri lasciato a Sandra cosa voleva dire?

Delitto al circo[modifica | modifica wikitesto]

La tranquillità del pacifico paesino dove risiedono Sandra e Raimondo è interrotta dall'arrivo di una carovana circense che, oltre a piantare tendone e carrozzoni, sbaglia il numero telefonico sui manifesti: al posto di quello per le informazioni viene stampato il numero di cascina Vianello. Coinvolto suo malgrado Raimondo, già indaffarato a mettere in piedi un neo-allevamento di conigli, si reca furioso a cercare Oscar il direttore del circo. Ma, già dal primo incontro, Raimondo intuisce che sotto il ridente clima circense ristagna una strana atmosfera di tensione che, comunque, non gli impedisce di fare la conoscenza di Luana, giovane e bella equilibrista. Intanto, anche Sandra, da sempre attratta dal mondo del circo, si aggira nei paraggi e vicino al recinto dei cavalli incontra Tony, giovane ed affascinante domatore. Raimondo va in cerca di Luana e la sorprende nel tendone insieme ad Oscar, il quale è chiaramente alterato e la sta minacciando. La ragazza è spaventata e Raimondo, in uno slancio di coraggio, interviene in suo favore. Intanto qualcuno, nel buio, spia ed osserva tutto ciò che succede...

Paura nella stalla[modifica | modifica wikitesto]

Nel paese di campagna dove risiedono Sandra e Raimondo fervono i preparativi per la tanto attesa “Sagra del Latte”. Raimondo cerca di fare il possibile per incoraggiare la sua amata mucca Clarissa a produrre più latte per poter battere così il rivale Settimio, il contadino vicino di casa padrone di Deborah, una mucca produttrice di latte a tempo pieno e di Ciccio, un mansueto toro innamorato di Clarissa. Ed è per questo che Raimondo, con fare cospiratore, si reca da Saverio Cortellezza, padrone di un Consorzio agrario, per procurarsi energizzanti e vitamine per la sua mucca. Cortellezza, tra bidoni di mangimi, nasconde speciali pastoni per animali e sarà proprio uno di questi che, per errore, Raimondo si porterà via per nutrire la sua Clarissa. La mucca inizierà così a produrre più latte e il suo padrone, con orgoglio, se ne berrà un intero secchio. Le conseguenze si faranno sentire di notte quando Clarissa e Raimondo accuseranno strani disturbi. la morte del veterinario del paese insospettisce i Vianello e anche un losco proprietario di un'azienda agricola Luciano Carloni (Maurizio Mattioli) sembra essere collegato ai mangimi e alla morte del veterinario prima e del Cortellezza poi.

Altri interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli interpreti nella serie ci sono stati:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione