I Wanna Go

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Wanna Go
I wanna go.png
Screenshot del video del brano
Artista Britney Spears
Tipo album Singolo
Pubblicazione 14 giugno 2011
Durata 3 min : 30 s
Album di provenienza Femme Fatale
Genere Dance
Hi-NRG
Musica elettronica
Etichetta Jive
Produttore Max Martin, Shellback
Registrazione 2010
Formati CD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Australia Australia
(Vendite: 35.000+)
Messico Messico[3]
(Vendite: 30.000+)
Dischi di platino Stati Uniti Stati Uniti[1]
(Vendite: 1.600.000+)
Svezia Svezia[2]
(Vendite: 40.000+)
Britney Spears - cronologia
Singolo precedente
(2011)
Singolo successivo
(2011)

I Wanna Go è un brano musicale della cantante statunitense Britney Spears, pubblicato il 14 giugno 2011 come terzo singolo dal suo settimo album Femme Fatale. Il brano è stato scritto da Shellback, Savan Kotecha e Max Martin e prodotto da Max Martin e Shellback.[4]

I Wanna Go è un brano dance pop nel quale Britney parla del liberarsi dei propri problemi. Durante un'intervista con la rivista Rolling Stone, la cantante ha affermato che i fischietti udibili prima del ritornello della canzone "continuano a piacerle ogni volta che li sente", definendo la composizione di Max Martin "incredibile" e dicendo che lui trova sempre "strane sonorità che lei adora".[5]

Il singolo ha ricevuto in generale critiche positive. Alcune l'hanno esaltato per il ritmo incredibilmente orecchiabili, aggiungendo però che la voce della Spears è troppo metallizzata. Prima della sua pubblicazione, non appena è stato messo in commercio Femme Fatale, I Wanna Go è entrato nelle classifiche statunitense e canadese rispettivamente alle posizioni numero 73 e 69 grazie ai download digitali.[6][7]

Video[modifica | modifica sorgente]

Il video musicale, diretto da Chris Marss Piliero, è stato pubblicato il 22 giugno 2011 su MTV e VEVO. Il video comincia con una conferenza stampa, in cui dei giornalisti fanno domande ridicole e comiche a Britney Spears. Una giornalista le chiede se odia i cuccioli e lei, insultando alcuni giornalisti, si stufa e va via uscendo dalla sala. Fuori incontra un fan che le chiede di autografare una copia del suo album Femme Fatale, lei lo firma e gli strizza i testicoli. gli strizza i testicoli per attirare i paparazzi. Le scene sono intervallate da altre in cui la Britney Spears. in primo piano canta pezzi della canzone indossando delle extention per capelli colorate, con un top strappato di Topolino.

Camminando, soffia un bacio a un bambino, che fischietta la canzone. Poi va al centro di una strada, apre la giacca e si toglie il reggiseno, rimanendo in topless davanti ad un poliziotto, il quale inizia a perquisirla. Dopo essersi liberata dal poliziotto seducendolo, ed aver rotto la fotocamera a un paparazzo, si accorge di essere circondata da fotografi, allora sale sulla cappotta di un taxi per scappare. Ma anche i paparazzi salgono sulle auto, così Britney Spears. inizia a colpirli con un microfono, facendoli cadere. I fotografi, in realtà robot, si rialzano da terra.

Arriva un uomo in auto (l'attore Guillermo Diaz) che urla a Britney Spears, la quale salta in macchina e subito scappano via. Mentre l'uomo guida l'auto la Spears continua a cantare il brano in bikini. L'autista poi si versa del latte addosso. I suoi ingranaggi iniziano a fare contatto e la Spears si accorge che è un robot. Si ritorna alla scena iniziale, dove Britney Spears. si accorge di stare sognando. Alla conferenza stampa irrompe l'uomo che l'ha portata via in macchina nel sogno, che zittisce i giornalisti e porta via Britney Spears, ma mentre si gira dai suoi occhi esce una luce rossa, segno che anch'esso è un robot, e parte una risata malefica. Da tempo la Spears aveva affermato che questa scena finale era un tributo al re del pop Michael Jackson.

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo.

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2011) Posizione
Belgio (Vallonia)[30] 62
Canada[31] 33
Stati Uniti[32] 46
Ungheria[33] 99

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ I wanna go disco di platino negli Stati Uniti!.
  2. ^ I wanna go disco di platino in Svezia.
  3. ^ Disco d'oro in Messico
  4. ^ Britney Confirms 'I Wanna Go' As Next Single | Britney.com
  5. ^ Britney Spears On Her New Album, Her Favorite Music and Working With will.i.am | Music News | Rolling Stone
  6. ^ Paul Grein, Week Ending April 3, 2011. Songs: Born Hot, Yahoo! Music. Yahoo!, 6 aprile 2011. URL consultato il 9 aprile 2011.
  7. ^ Canadian Hot 100 in Billboard, Nielsen Company, 16 aprile 2011. URL consultato il 9 aprile 2011.
  8. ^ australian-charts.com - Britney Spears - I Wanna Go
  9. ^ Britney Spears - I Wanna Go - austriancharts.at
  10. ^ ultratop.be - Britney Spears - I Wanna Go
  11. ^ ultratop.be - Britney Spears - I Wanna Go
  12. ^ Canadian Hot 100 | Billboard.com
  13. ^ danishcharts.com - Britney Spears - I Wanna Go
  14. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Finlandia.
  15. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Francia.
  16. ^ Die ganze Musik im Internet: Charts, News, Neuerscheinungen, Tickets, Genres, Genresuche, Genrelexikon, Künstler-Suche, Musik-Suche, Track-Suche, Ticket-Suche - musicline.de
  17. ^ GFK Chart-Track
  18. ^ Le classifiche della settimana | Facebook
  19. ^ norwegiancharts.com - Britney Spears - I Wanna Go
  20. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Nuova Zelanda.
  21. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Repubblica Ceca.
  22. ^ Основные параметры ротации трека на радиостанциях, работающих в системе TOPHIT.RU
  23. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Spagna.
  24. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Slovacchia.
  25. ^ Top 100 Music Hits, Top 100 Music Charts, Top 100 Songs & The Hot 100 | Billboard.com
  26. ^ http://www.billboard.com/#/charts/pop-songs?chartDate=2011-09-24
  27. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Svezia.
  28. ^ Andamento di I Wanna Go nella classifica della Svizzera.
  29. ^ Classifica ungherese del 18 settembre 2011.
  30. ^ (FR) RAPPORTS ANNUELS 2011. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  31. ^ (EN) Best of 2011: Canadian Hot 100. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  32. ^ (EN) Best of 2011: Hot 100. URL consultato il 9 dicembre 2011.
  33. ^ (HU) MAHASZ Rádiós TOP 100 2011. URL consultato l'8 marzo 2012.