House of Mystery

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
House of Mystery
fumetto
No immagini.png
Titolo originale House of Mystery
Autori
Editore DC Comics
1ª edizione (vol. 1)
dicembre 1951 - ottobre 1983
Elvira's House of Mystery
gennaio 1986 - gennaio 1987
(vol. 2)
luglio 2008 - ottobre 2011[1]
Periodicità mensile/bimestrale
Albi 376 (completa) vol. 1: 321
Elvira's: 11
vol. 2: 42 più 2 annuali
Rilegatura spillato

The House of Mystery è una serie a fumetti horror, suspense e di mistero in versione antologica. Ebbe una serie compagna, House of Secrets.

Prima serie[modifica | modifica sorgente]

Genesi[modifica | modifica sorgente]

House of Mystery cominciò come un'antologia di storie horror, presentando storie del super naturale così come storie del mistero a tema super naturale. Tuttavia, con il crescente abbandono dei fumetti horror a metà degli anni cinquanta, così come l'avvento del Comics Code Authority e le restrizioni sulle storie a tema horror (bandendo storie che avevano a che fare con creature soprannaturali come lupi mannari, vampiri e simili), la serie passò silenziosamente a mostri di tipo fantascientifico e altre storie di tipo suspense/mistero che erano permesse dal nuovo codice dei fumetti.

Super Eroi[modifica | modifica sorgente]

A metà degli anni sessanta, il fumetto fu aggiornato per includere storie di super eroi: da House of Mystery n. 143 (giugno 1964) fino al n. 155 (dicembre 1966), "J'onn J'onnz, il Manhunter da Marte" fu il titolo principale del fumetto, poiché le storie di rinforzo di House of Mystery furono deviate lì da Detective Comics. Questo fu poi seguito da "Dial H for Hero" nel n. 156 (gennaio 1956), che divenne la storia principale fino al n. 173 (marzo-aprile 1978). Da qui, durante questo periodo Martian Manhunter fu relegato a storia di rinforzo.

Ritorno dell'Horror[modifica | modifica sorgente]

Con il n. 174, il veterano della EC Comics, Joe Orlando, fu assunto dalla DC per diventare il nuovo editore di House of Mystery. Dato che il Comics Code Authority era ora sfidato sia dalla DC Comics che dalla Marvel Comics a causa di alcune restrizioni, la serie ritornò alle sue storie horror. Il primo numero pubblicato sotto la guida di Orlando sarebbe stata la ristampa di alcune storie horror/suspense, poiché la nuova direzione sarebbe cominciata per davvero con il n. 175 (luglio/agosto 1968). Il numero avrebbe introdotto una nuova figura della serie, Caino, l'"abile custode" della House of Mystery che avrebbe presentato quasi tutte le storie che sarebbero comparse nella serie prima della sua cancellazione. Caino comparve anche nella serie umoristica Plop!, spin-off di House of Mystery, diventando poi un personaggio ricorrente in Blue Devil e The Sandman.

Il primo lavoro professionale dell'artista Bernie Wrightson fu nella storia "The Man Who Murdered Himself" che comparve nel n. 179 (marzo/aprile 1969)[2].

Sotto l'amministrazione di Orlando, la serie vinse numerose riconoscenze dell'industria del fumetto, incluso lo Shazam Award per la Migliore Storia Breve Individuale (Drammatica) nel 1972 per "The Demon Within" nel n. 201 di John Albano e Jim Aparo, e lo Shazam Award per Migliore Storia Umoristica nel 1972 per "The Poster Plague" di Steve Skeates e Sergio Aragonés. La serie presentò anche storie degli scrittori T. Casey Brennan (n. 260, 267, 268 e 274) e Scott Edelman (n. 257, 258, 260, 264, 266, 270, 272, e 273).

Orlando terminò infine il suo mandato nella serie, e fu seguito da Karen Berger come nuovo editore del fumetto, il primo per lei nella DC Comics[3]. Sotto Berger, la serie sperimentò le storie a lunga forma nel popolare serial I...Vampire creato dallo scrittore J. M. DeMatteis[4]. "I...Vampire" ruotava intorno all'eroico vampiro Andrew Bennett, che cercava di uccidere la sua nemesi ed ex amore Mary, la Regina del Sangue. La serie cominciò con il n. 290 (marzo 1981) e sarebbe durata fino al n. 319 (agosto 1983), due numeri prima che il fumetto venisse cancellato con il n. 321 (ottobre 1983).

La classica serie House of Mystery è largamente riconosciuta come una delle pietre angolari della linea di fumetti pubblicate dalla Vertigo[5]. Negli anni recenti, la DC Comics ristampò le storie dalla serie originale: furono pubblicati tre volumi in bianco e nero di Showcase Presents, ristampando la serie rispettivamente dal n. 174 al n. 194, dal n. 195 al n. 211 e dal n. 212 al n. 226. Una ristampa auto conclusiva (a colori), Welcome to the House of Mystery, contenne dieci delle storie più apprezzate selezionate da Alisa Kwitney riguardo al Caino di Neil Gaiman e Sergio Aragonés sotto la Vertigo. Anche il primo numero del 1951 fu ristampato, come Millennium Edition portando il logo della Vertigo[6].

Elvira's House of Mystery[modifica | modifica sorgente]

Nel 1986/87, la DC pubblicò una nuova serie: Elvira's House of Mystery. Durò 11 numeri più uno special. La serie fu un quasi-seguito verso la serie originale, con l'attrice di film horror Elvira incaricata dalla House di ritrovare Caino, anche se passò parte del tempo a prendersi gioco di lui, introducendo storie horror simili a quelle della serie originale. Un numero di questa serie, n. 3, fu pubblicata senza l'approvazione del Comics Code e contenne scene di nudo, ma successivi commenti editoriali nei numeri successivi affermarono che l'esperimento nella pubblicazione di un numero non approvato non fu considerato un successo.

Serie del 2008[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of Mystery (Vertigo).

La filiale della DC, la Vertigo, cominciò una serie tuttora in pubblicazione nel maggio 2008, scritta da Matthew Sturges e Bill Willingham. Presentò almeno una storia diversa in ogni numero, raccontata da persone intrappolate in una "casa simile al purgatorio"[7][8]. Caino è una delle numerose figure della serie, e i disegni di copertina sono opera di molti grandi artisti quali Esao Andrews.

The House[modifica | modifica sorgente]

La House of Mystery esiste anche nelle località dell'Universo DC (in Kentucky) e nel Sogno e le sue origini sono sconosciute. Infatti si sa molto poco a proposito della House of Mystery in generale, dando credito al suo nome. L'architettura è indeterminata e di conseguenza cambia periodicamente. Lo stesso si può dire per l'interno della casa: le stanze cambiano continuamente, e nessuno entra nella stessa stanza due volte. La House of Mystery giace nello stesso cimitero della House of Secrets, la sua compagna. Come risiede Abele nella House of Secrets, Caino fece della House of Mystery la sua dimora.

Caino non è l'unica persona a risiedere nella House of Mystery; in aggiunta ad alcuni confinanti, incluso Mister Mxyzptlk, anche Elvira prese riparo sotto la House. Il suo breve periodo nella House of Mystery è da notare per due motivi: primo, la House of Mystery fu stabilita come la stessa casa presente nella pubblicazione delle sue storie. Furono mostrate tre personalità distinte della casa: la casa originale, la House of Mystery in stile horror, la "House of Weirdness", fatta di humor nero, stile ripreso poi nella serie Plop!, e la versione corrente in Kentucky. Il secondo motivo è il tempo di soggiorno di Elvira nella casa. Vi entrò durante la Crisi sulle Terre Infinite. Elvira, inviata dalla casa a cercare Caino, ne prese il posto per un breve periodo come ospite, mentre Caino fu relegato ad essere il protagonista delle sue battute durante camei occasionali.

La House of Mystery era senziente oltre a possedere poteri mistici. Aveva già posseduto qualcuno in precedenza, e si fuse brevemente con la House of Secrets. E questo si collega anche alla trasformazione costante delle sembianze della casa. La casa fu fatta a pezzi nel metaromantico The House of Mystery n. 321, ma la sua esistenza fu ricostituita durante la Crisi.

Superman si alleò con Caino contro Mister Mxyzptlk, che tentò di appropriarsi della casa, nel n. 53 di DC Comics Presents. Batman entrò nella casa in The Brave and the Bold n. 93, e inciampò in una tavola sul pavimento, e gli sarebbe stato sparato contro se la pistola del suo assalitore non si fosse inceppata. Non incontrò mai Caino, che invece narrò una storia a proposito di lui avvenuta in Scozia, che raggiunse il suo apice in un castello che egli descrisse come "una casa del mistero" piuttosto che "la casa del mistero".

La House of Mystery comparve in un numerosi fumetti della Vertigo, specialmente in quelli correlati alla serie The Sandman di Neil Gaiman; comparve anche brevemente nella serie Resurrection Man. Di recente qualcosa chiamata House of Mystery comparve in 52 n. 18, dove sembrò essere stata utilizzata per qualche tempo come base per una squadra di detective chiamata Croatoan Society, che contò sia il Detective Chimp che Ralph Dibny tra i suoi membri. Non è chiaro se la House of Mystery della Croatoan è la stessa House of Mystery originale, una versione post-Crisi Infinita della casa originale, o semplicemente una località diversa con lo stesso nome. Il nome di Caino, però, comparve nella buca da lettere di questa casa, implicando una qualche connessione con la casa originale.

La casa ricomparve dopo il reboot della DC nel 2011 nelle pagine di Justice League Dark, e fu utilizzata come base per la squadra. La casa sembrò appartenere a John Constantine, che affermò di averne vinto le chiavi in una partita a poker contro Dottor Occult e Padre Tempo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Vertigo Comics House of Mystery n. 42". DC Comics. Ritrovato il 10 agosto 2011
  2. ^ McAvennie, Michael; Dolan, Hannah, ed. (2010). "1960s". DC Comics Year By Year A Visual Chronicle. Dorling Kindersley. p. 132. ISBN 978-0-7566-6742-9. ""The Man Who Murdered Himself" in House of Mystery fu...la prima storia DC illustrata da Berni Wrightson (che lasciò la "e" fuori dal suo nome per distinguersi da un famoso guidatore omonimo"
  3. ^ Irvine, Alex (2008), "House of Mystery", in Dougall, Alastair, The Vertigo Encyclopedia, New York: Dorling Kindersley, pp. 88, ISBN 0-7566-4122-5, OCLC 213309015
  4. ^ Manning, Matthew K. "1980s" in Dolan, p. 193 "Writer J. M. DeMatteis svelò il vampiro/cacciatore di vampiri Andrew Bennett con l'aiuto dell'artista Tom Sutton in The House of Mystery n. 290"
  5. ^ Louise Simonson. DC Comics Cover Girls
  6. ^ Millennium Edition: House of Mystery n. 1, copertina
  7. ^ NYCC: Vertigo - Welcome to the Edge, Comic Book Resources, 19 aprile 2008
  8. ^ Sturges è il Grande Fratello di "House of Mystery" della Vertigo, Comic Book Resources, 6 maggio 2008

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics