Hostomel'

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hostomel'
comune
(UK) Гостомель
Hostomel' – Stemma Hostomel' – Bandiera
Hostomel' – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Kiev Oblast.svg Kiev
DistrettoBuča
Territorio
Coordinate50°35′21.4″N 30°15′30.3″E / 50.589278°N 30.258417°E50.589278; 30.258417 (Hostomel')
Altitudine109 m s.l.m.
Superficie6,4 km²
Abitanti14 411 (2013)
Densità2 251,72 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU3210945900
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Hostomel'
Hostomel'

Hostomel' (in ucraino: Гостомель?) è una città dell'Ucraina settentrionale situata nell'oblast' di Kiev e nel distretto di Buča con una popolazione al 1º gennaio 2021 pari a 17534 abitanti.[1] Essa è principalmente nota per il vicino aeroporto di Kiev-Hostomel', hub della compagnia aerea cargo Antonov Airlines e base militare dell'aeronautica ucraina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1495 il granduca della Lituania, Alessandro Jagellone, lasciò Hostomel' al principe Ivan Dashkevych Lvovich Hlynsky.

Nel 1509, dopo la ribellione dei moscoviti di Glinski la corte del re Sigismondo I Jagellone, successore del fratello Alessandro, fu assegnata a Semyon Poloz.

Secondo le leggende, Hostomel' esisteva già in tempi antichi, ma il primo riferimento documentato fa menzione di Hostomel' nel 1494.

Chiesa dell'Intercessione

Nel 1614, il re polacco Sigismondo III concesse al villaggio Hostomel' il Diritto di Magdeburgo. Ricevette così i diritti di città grazie all'assistenza del suo proprietario Stanislav Kharlensky, figlio del ciambellano Felix di Kiev[2].

Durante la guerra di liberazione nazionale, sotto la guida di Bohdan Chmel'nyc'kyj, divenne la cittadina Cossack hundredth del reggimento di Kiev.

Nel 1654 la cittadina venne occupata dal Granducato di Mosca.

Nel 1694 venne costruita una chiesa (la chiesa dell'Intercessione).

Nel luglio 1768 la cittadina venne visitata dagli Haidamaka di Ivan Bondarenko.

Nel 1866 divenne un centro township attivamente sviluppato.

Nel 1962, insieme ad altri insediamenti, fu subordinata a Irpin' (fu concesso lo status di città di importanza regionale).

Nel 1972 il villaggio di Mostyshche venne inglobato in Hostomel'.

Invasione russa del 2022[modifica | modifica wikitesto]

Hostomel' e l'omonimo aeroporto sono stati obbiettivo dell'invasione russa in Ucraina il 24 febbraio 2022. Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha dichiarato che "è stata fermata e distrutta un'unità aviotrasportata russa nell'aeroporto di Hostomel', fuori Kiev, tale aeroporto possiede una pista di notevoli dimensioni"[3][4]. Il 24 febbraio 2022, il comandante in capo delle forze armate ucraine, Valerij Zalužnyj, ha dichiarato che "si è svolta una battaglia infuria nei pressi della base aerea di Hostomel'.[5] L'aeroplano Antonov An-225 Mriya, il più grande al mondo, è stato distrutto dalle forze russe nel suo hangar, probabilmente tramite l'uso di granate e artiglieria[6]. Questo era l'unico esemplare funzionante, ma ce n'è un secondo parzialmente costruito.

Nelle settimane successive i russi hanno iniziato ad usare Hostomel' come base operativa avanzata per attaccare Kiev. Le truppe russe inviate verso Kiev hanno incontrato le forze ucraine in Buča ed Irpin'. Numerose unità russe sono state distrutte dall'artiglieria e dagli attacchi dei droni Bayraktar.

Le forze armate ucraine, hanno spostato indietro la linea del fronte in Hostomel', le forze speciali ucraine hanno lanciato raid contro i Kadyrovcy il 27 febbraio 2022[7] e, nella stessa settimana, contro le unità meccanizzate del VDV[8].

Il 7 marzo 2022, le truppe russe hanno ucciso il sindaco Yuriy Prylypko mentre stava consegnando cibo e medicine nella cittadina[9][10][11].

La controffensiva ucraina ha fallito nel tentativo di riconquistare completamente Hostomel', ma la ritirata russa dall'oblast' di Kiev, tra fine marzo e inizio aprile, ha permesso di liberare del tutto la cittadina dalle forze russe. Alla cittadina è stato assegnato il titolo di Città Eroica dell'Ucraina il 13 marzo 2022.[12]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ucraina